Brennero ancora chiuso, disagi a Bagni di Lucca

Proseguono i disagi a Bagni di Lucca a causa della frana di due sere fa sulla strada statale del Brennero. Ancora, infatti, non si sono conoscono i tempi necessari per la messa in sicurezza. Il motivo è il fatto che è stato deciso di compiere un intervento di ispezione del versante e riparazione delle barriere paramassi che si sono danneggiate. Pur non determinando l’isolamento di nessun quartiere o abitazione, la chiusura ha reso molto disagevole il collegamento con il comune capoluogo per le frazioni di Giardinetto, Limano, Vico, Vico Pancellorum, Lucchio, Zato, Casoli, Ponte Maggio e Tana Termini (complessivamente circa 380 abitanti).

La viabilità alternativa asfaltata al tratto interessato Scesta – Bagni di Lucca (della lunghezza di 8 chilometri con tempo di percorrenza medio 10 minuti) è quella che passa dalla Provincia di Pistoia: Popiglio – Lima – Piteglio – Casa di Monte – S.Quirico – Pietrabuona – Pescia che poi si ricollega alla SP35 di Villa Basilica o alla SR435 Lucchese nel territorio della provincia di Lucca. La distanza della viabilità alternativa varia tra 80 e 90 chilometri a seconda del percorso scelto (da Villa Basilica o da Ponte a Moriano) con un tempo di percorrenza medio per entrambi i percorsi di 2 ore e 30 min.
Per quanti sono diretti da Lucca all’Abetone le viabilità alternative sono le seguenti: percorrere la SR439 Lucchese fino a Pescia o l’autostrada A11 fino a Pistoia e percorrere la viabilità fino a La Lima per ricollegarsi sulla Ss12 dell’Abetone e del Brennero oppure percorrere la viabilità di fondovalle fino a Castelnuovo di Garfagnana, quindi proseguire sulla SP72 del Passo delle Radici e proseguire per riallacciarsi sulla Ss12 a Pieve Pelago. La società Anas, che segue gli interventi di ripristino sulla SS 12, comunicherà le date di possibile riapertura del tratto viario.
Mobilitata anche l’amministrazione comunale che si è comunque attivata per ovviare ai disagi dovuti alla chiusura della strada.
“Le famiglie sono state avvisate dall’ufficio scuola su come comportarsi – spiega il Comune -. In caso di necessità del 118, sono stati presi accordi con la Asl di Pistoia, che attraverso San Marcello provvederà a mandare le ambulanze dove serve. La frana si può attraversare a piedi facendo naturalmente attenzione. Possono essere lasciate le macchine prima e dopo la frana lateralmente, cioè senza intralciare il centro della strada in modo da consentire l’accesso dei mezzi Anas. Ci saranno ronde di carabinieri che passeranno per controllare ma raccomandiamo di portare via con sé eventuali radio o oggetti di valore. Non sappiamo ancora tempi precisi di riapertura della statale, abbiamo parlato con Anas e fatto presente le criticità che questa chiusura comporta. Abbiamo parlato anche con il sindaco di Piteglio per far sì che i due comuni si uniscano per far pressione su Anas”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.