Quantcast

Cammini regionali, Giovannetti: “Valle Serchio punti a via del Volto Santo”

“Non solo la Francigena, ma anche la via del Volto Santo, che attraversa più comuni ed è un percorso unanimemente riconosciuto di pregio: ora con questa nuova normativa regionale sarà possibile finalmente lavorare per un pieno riconoscimento dei cammini e una loro più facile fruizione e valorizzazione, in tutta la Toscana e quindi anche nella nostra provincia di Lucca”. Così Ilaria Giovannetti, consigliera regionale Pd, commenta l’approvazione, da parte dell’assemblea toscana, della proposta di legge Disposizioni per il riconoscimento, la valorizzazione e la promozione dei cammini regionali, prima disciplina regionale che riconosce i cammini, ai fini della loro valorizzazione e promozione turistica, proposta dalla collega Pd Lucia De Robertis.

“La legge nasce dall’esigenza di offrire l’esperienza dei cammini per ripercorrere luoghi e storie che fanno unica la nostra regione – fa presente Giovannetti –. La normativa prende il via della forte attrattiva che esercitano i percorsi storico-naturalistici legati alle nostre tradizioni, ne disciplina il riconoscimento e va a individuare le associazioni deputate alla loro promozione, con le quali la Regione potrà condividere iniziative e azioni a sostegno del successo dei cammini. Da qui l’attenzione non solo a itinerari culturali già riconosciuti, come appunto la ormai rinomata Francigena, ma anche a altri comunque di interesse regionale che ora potranno finalmente diventare un veicolo formidabile di promozione turistica dei nostri territori. Si apre quindi un percorso per la valorizzazione della nostra Via del Volto Santo: i comuni coinvolti potranno al momento opportuno impegnarsi a richiederne il riconoscimento come cammino regionale. Sarà davvero una grande occasione di sviluppo per la nostra Valle del Serchio, che tra le sue tante attrattive vanta anche questo percorso spirituale straordinario che attraversa sentieri di montagna e antichi borghi. Una terra, la nostra, che molto ha da offrire in termini di bellezze paesaggistiche, storia, cultura e ospitalità: per questo dobbiamo stare attenti a cogliere ogni opportunità che ne consenta una maggiore promozione e questa normativa ne è un ottimo esempio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.