Quantcast

Oltre 90mila euro per i progetti delle scuole della Valle del Serchio

Anche per l’anno scolastico 2018/2019 la conferenza zonale per l’istruzione della Valle del Serchio ha confermato l’Unione dei Comuni della Garfagnana quale ente capofila del piano educativo zonale (Pez) della Valle assegnandole, relativamente alle attività in ambito scolastico, la somma di 74.442,67 euro del finanziamento regionale, a cui si aggiunge il cofinanziamento dei Comuni e delle Unioni di Comuni per 29.179 euro. Inoltre, da quest’anno, in ottemperanza alle indicazioni regionali che chiedono un unico soggetto capofila, l’Unione risulta assegnataria anche di 30mila euiro di fondi da spendere per le esperienze educative e di socializzazione durante i periodi di sospensione del tempo scuola.

L’Unione dei Comuni della Garfagnana rappresenta per le scuole del territorio un punto di riferimento per la promozione, la gestione ed il coordinamento di vari progetti e iniziative finalizzate al potenziamento dell’offerta formativa, alla prevenzione della dispersione scolastica, all’educazione alla legalità, all’integrazione scuola territorio, alla realizzazione di servizi ed opportunità per studenti ed insegnanti.
L’Unione ha elaborato il programma sulla base della realtà scolastica locale prevedendo la realizzazione di attività per il potenziamento dell’offerta formativa rivolta agli alunni in difficoltà e a rischio dispersione con laboratori, ore aggiuntive agli insegnanti e a esperti esterni per recuperi individuali e compresenze, assegnando direttamente agli ostituti la somma di 84.815,28 euro e provvedendo alla progettazione, al monitoraggio e alla rendicontazione dei progetti stessi, nonché alla realizzazione di attività di formazione agli insegnanti. Proseguirà, inoltre, il Coordinamento zonale educazione scuola per l’integrazione e il coordinamento delle iniziative tra vari soggetti che operano per la scuola e generare coesione all’interno del sistema tra i diversi attrattori migliorando l’efficacia degli interventi in ambito scolastico.
Nel suo complesso si tratta di un sistema integrato di azioni – sviluppato con un progetto concordato ed elaborato con le scuole che rispetta i bisogni, le esperienze in atto, le esigenze specifiche – volto a rimuovere le numerose situazioni di disagio che sempre più spesso si riscontrano nelle classi del nostro territorio e che possono determinare l’abbandono del percorso scolastico da parte di molti ragazzi. Il Pez interviene per rimuovere quei problemi che impediscono il successo scolastico con la conseguente dispersione e abbandono, su situazioni problematiche quali handicap, differenze di lingua e cultura. Gli interventi sono finalizzati all’intera classe e non al singolo in un’ottica di integrazione generale. Da quest’anno ha senza dubbio particolare rilievo la formazione, essendo particolarmente sentita la necessità da parte degli insegnanti di potenziare le proprie competenze relazionali e didattiche, destinandovi un importo di  14.160 euro.
Una novità è l’introduzione nelle linee guida, da parte della Regione Toscana, delle misure di orientamento scolastico che interessano le classi II e III delle scuole medie con incontri e attività formative.
“L’Unione Comuni Garfagnana – afferma il presidente dell’Unione Comuni Garfagnana Nicola Poli – si sta evidentemente impegnando su diversi fronti per il settore scolastico di cui il Pez rappresenta l’intervento attualmente più significativo e contestualizzato alla realtà locale, che va a operare per rimuovere le numerose situazioni di disagio che sempre più spesso si incontrano nelle classi scolastiche del nostro territorio e che possono determinare l’abbandono del percorso di apprendimento. Il progetto prevede interventi a cui partecipano tutti gli otto istituti della Valle del Serchio, con una popolazione scolastica di 4616 alunni e due istituti superiori con 9 corsi di diploma, aventi un totale di 1981 iscritti per l’anno scolastico 2018/2019”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.