Quantcast

Kme, vertice su accordo aziendale. Braccini (Fiom): “Piano triennale di rilancio”

Martedì prossimo (25 settembre) è previsto un incontro nazionale con la Kme Italy per discutere del rinnovo dell’accordo aziendale di gruppo che vede interessate le sedi di Fornaci di Barga, Serravalle Scrivia e Firenze.

“Il nostro obiettivo – spiega Massimo Braccini, coordinatore nazionale Fiom per la vertenza Kme – è quello di rilanciare il gruppo in Italia, favorire gradualmente il reintegro di tutti i lavoratori interessati agli ammortizzatori sociali nel gruppo attraverso l’aumento dei volumi produttivi e la garanzia degli investimenti, così come concordato anche al ministero dello sviluppo economico, e definire un premio che dia risposte in termini di miglioramenti salariali a tutti i lavoratori”.
“Vorremmo trovare un’intesa – aggiunge – che guardi ai prossimi tre anni, definisca in ogni sito gli specifici investimenti ed i tempi di attuazione, preveda incontri di verifica e analisi, anche attraverso strumenti già in essere come la commissione economica congiunta e permetta il superamento della fase congiunturale. Il settore della metallurgia e dei suoi derivati è fondamentale per un paese industriale e deve essere salvaguardato. Una condizione di prospettiva industriale e di investimenti, oltre a confermare le garanzie occupazionali, aprirebbe anche prospettive positive per tutto l’indotto che ruota intorno a questo importante gruppo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.