Intitolazione parco, Michelini riprende l’associazione

Sulla vicenda dell’intitolazione del Parco di Gombereto interviene il sindaco di Bagni di Lucca Michelini chiedendo all’associazione proponente di fare un passo indietro.

“Fin dal primo momento del ricevimento della richiesta dell’intitolazione a tre donne uccise dai tedeschi durante la guerra – dice – sono rimasto sorpreso che a corredo della richiesta stessa venisse allegata una citazione del diario del parroco Adami che parla addirittura di ‘eccidio di soldati tedeschi’ da parte di una brigata partigiana a Fabbriche di Casabasciana, dove la battaglia fu fondamentale per la liberazione di Bagni di Lucca e dove tutti gli anni in luglio poniamo una corona a ricordo dei caduti. Nulla da dire – continua il sindaco – sull’intitolazione alle tre donne, ma mi pare improvvida la citazione riportata dall’associazione richiedente. Bene ha fatto l’associazione Partigiani di Bagni di Lucca a stigmatizzare il fatto. L’amministrazione comunale è da sempre al loro fianco, in prima linea nelle celebrazioni e nel ricordo delle vittime dei nazifascisti. Siamo favorevoli all’intitolazione – conclude Michelini – ma pretendiamo però una presa di distanza da parte dell’associazione richiedente ed un ritiro dell’allegato alla richiesta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.