Quantcast

Mab Unesco, Romagnoli: “Grande opportunità per Barga”

Progetto Mab Unesco, l’assessore Francesca Romagnoli del Comune di Barga risponde all’opposizione: “Il progetto Mab (man and biosphere) – spiega Romagnoli introducendo il tema –  nasce nel 1971 grazie all’Unesco per promuovere un rapporto equilibrato tra uomo e ambiente, tramite la tutela della biodiversità e le buone pratiche di sviluppo sostenibile. Si punta a creare cittadini consapevoli, che siano coscienti dell’ambiente che li circonda, in grado di gestire le risorse naturali, per proteggere gli ecosistemi naturali, promuovendo approcci innovativi per lo sviluppo economico. Il programma Man al suo interno include le riserve della biosfera, queste mirano a coinvolgere le comunità locali e sono esempi di best practice per lo sviluppo sostenibile e per l’interazione tra sistema sociale e sistema ecologico. La rete mondiale è attualmente composta da 701 riserve della niosfera, in 124 paesi, di cui 19 in Italia. Fra queste della dell’Appennino Tosco Emiliano che nasce nel 2015 e che si estende per 34 comuni dell’Appennino tra Emilia Romagna e Toscana (www.mabappennino.it). Il progetto mette a disposizione un brand che può essere utilizzato per manifestazioni, ma anche dagli attori del territorio che entrano a far parte del progetto”.

“Non sono solita rispondere né su giornali né su social ad articoli o commenti, in quanto sono stata eletta e nominata per lavorare per il territorio e non per perdermi in chicchiere – precisa l’assessore all’ambiente Francesca Romagnoli – ma gli ultimi articoli del gruppo di minoranza sono inaccettabili, oltre a dimostrare che non hanno forse ben compreso né l’iter di adesione né il progetto. Quello che più dispiace è che nessuno di loro, dalla riunione dei capigruppo al giorno del Consiglio, è venuto a chiedermi chiarimenti sul progetto o sulla documentazione messa a disposizione. In Consiglio è stata portata per l’approvazione la “manifestazione di interesse” ad iniziare un percorso che deve essere ancora costruito e che vedrà la sua conclusione intorno al mese di maggio 2020, periodo in cui sarà definita la nostra candidatura al ministero dell’ambiente. Il percorso progettuale vedrà il territorio come l’attore principale. Quindi non capisco perché avrei dovuto interpellare, prima del Consiglio, Asbuc, che potrà essere partecipe del progetto al pari di altri soggetti, ma che non sarà interessato né da imposizioni né da vincoli. La delibera portata in approvazione è standard e predisposta da Responsabili progettuali ed era auspicabile da questi ultimi che fosse adottata all’unanimità, perché un progetto per il territorio deve già vedere dal consiglio  omunale un indirizzo politico importante, oltre al fatto di crederci . E l’unanimità era essenziale, tant’è che, a seguito della seduta del 12 settembre, i responsabili progettuali hanno acconsentito di avviare il progetto, ma fra circa due mesi dovremo riportare l’adesione in Consiglio per avere l’unanimità, altrimenti la nostra candidatura sarà fermata. Abbiamo quindi perso solo tempo con questa loro astensione”.
“Ultima precisazione – conclude Romagnoli –  nessuno dei funzionari del progetto e nemmeno il progetto stesso lo prevede, porrà ulteriori vincoli per il progetto del pirogassificatore, come da me ben specificato; ma portando la nostra candidatura al ministero dell’ambiente, facendo parte di una biosfera, questo porterebbe solo un beneficio in quanto un tale impianto ricadente in un “territorio biosfera” non sarebbe auspicabile. Mi auguro che la minoranza si renda conto dell’opportunità che stiamo portando al territorio e che a seguito dei primi incontri, nei quali saranno coinvolti, possa ricredersi per non far perdere alla comunità un’importante occasione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.