Fondi Gal per il rilancio del centro di Borgo a Mozzano

L’assemblea del Gal Montagna-Appennino ha deliberato ieri (15 novembre) il finanziamento di un progetto per il rilancio del centro storico di Borgo a Mozzano. 340mila euro è la cifra stanziata, a copertura di gran parte di un progetto complessivo di circa 400mila euro, che l’amministrazione comunale aveva presentato, coinvolgendo pubblico e privati, a partire dal 2018.

Turismo, riqualificazione di vie e piazze, sostegno agli esercizi commerciali, l’apertura di un albergo diffuso nel centro del paese, con anche attività di accoglienza, sono i principali aspetti oggetto del finanziamento. “Siamo veramente soddisfatti di questo risultato – commenta il sindaco Patrizio Andreuccetti – con questo sostegno possiamo dare una svolta decisiva al rilancio del centro storico del capoluogo, sia in termini turistici e commerciali che estetico-funzionali con interventi su vie e piazze. Del Pit (progetti integrati territoriale) è capofila il Comune di Borgo a Mozzano, a cui è destinata una parte del finanziamento, mentre un’altra parte dello stesso andrà e beneficio dei privati che hanno partecipato all’iniziativa con propri progetti. Sostenitori indiretti sono stati tutte le associazioni di categoria, i comitati, le associazione del territorio. Il progetto prevede la valorizzazione del centro storico attraverso la creazione di un percorso turistico con partenza da info point fino al Ponte del Diavolo, con la riqualificazione di alcune piazze e tratti del paese; la creazione di strutture ricettive quali albergo diffuso e agriturismo. Nel piano è presente anche un sostegno al mondo agricolo con il potenziamento di alcune colture e l’incentivo alla coltivazione della terra e della cura dei terreni ancora non coltivati. Voglio ringraziare in modo particolare le consigliere Viviani e Girelli, che guidando il percorso hanno avuto la capacità di creare una sinergia vincente”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.