Coreglia, via alla distribuzione delle mascherine

Il sindaco: "Saranno recapitate a tutti dalle associazioni di volontariato"

Coreglia Antelminelli, inizia la distribuzione delle mascherine messe a disposizione dalla Regione.  Lo assicura il sindaco Valerio Amadei: “Questa distribuzione avverrà con l’aiuto delle associazioni di volontariato che da sempre sono in prima linea nei casi di emergenza di protezione civile nel nostro comune: la Confraternita di Misericordia di Piano di Coreglia, la Croce Verde Sezione Mediavalle di Ghivizzano e l’Associazione Nazionale Carabinieri Nucleo provinciale protezione civile Anc Lucca Nord di Ghivizzano. A loro rinnovo sia i miei personali ringraziamenti che quelli di tutta la nostra comunità. Un altro importante ringraziamento a nome di tutti credo debba essere fatto a Regione Toscana che ha acquistato e messo a disposizione queste mascherine a tutti i cittadini”.

“Colgo anche l’occasione per ricordare a tutti che le mascherine sono assolutamente gratuite – spiega il primo cittadino – . Le associazioni si presenteranno a casa dei cittadini, vestite con le loro divise ufficiali, e consegneranno le confezioni, contenenti due mascherine ciascuna, in base ai componenti del nucleo familiare così come è riportato nei registri del nostro ufficio anagrafe”.

“La distribuzione nelle frazioni, che verrà fatta in simultanea da tutte e tre le associazioni, è stata così ripartita – spiega il sindaco -: la Misericordia di Piano di Coreglia, con l’aiuto anche degli associati di Coreglia, opererà appunto delle Frazioni di Piano di Coreglia, Coreglia Capoluogo e montagna coreglina. La Croce Verde si occuperà della distribuzione nelle frazioni di Gromignana, Lucignana, Vitiana e Tereglio. L’associazione nazionale carabinieri effettuerà la distribuzione a Ghivizzano e a Calavorno”.

“Le mascherine per il nostro comune sono circa 11.000 – si spiega -. Ci sono mascherine per tutti, nessuno rimarrà senza. Dobbiamo quindi avere pazienza e dare il tempo ai volontari di raggiungere la nostra abitazione, rendendoci conto che è un grosso lavoro quello che si accingono a compiere. Per chi sapesse già di non essere in casa nei prossimi giorni, ed esclusivamente per indifferibili motivi di lavoro o gravi problemi di salute che comportino un ricovero, le associazioni hanno messo a disposizione un numero telefonico dove poter concordare una modalità di ritiro diverso. Sempre i volontari, in caso di abusi o di assenze ingiustificate, si potranno rivolgere alle forze dell’ordine”.

I numeri sono i seguenti:

Misericordia di Piano di Coreglia (per le frazioni di Coreglia e Piano di Coreglia) 3467131861
Croce Verde (per le frazioni di Gromignana, Lucignana, Vitiana e Tereglio)           3386626887
Associazione Nazionale Carabinieri (per le frazioni di Ghivizzano e Calavorno)    3476526626

“Ricordo tassativamente a tutti però – prosegue il sindaco – che le mascherine non ci autorizzano a infrangere l’obbligo categorico di rimanere a casa, esclusi i motivi di lavoro e salute o la necessità di acquistare generi alimentari. A tal proposito invito i cittadini a non uscire tutti i giorni per fare la spesa ma di cercare di farlo il meno possibile, magari concentrando gli acquisti in un solo giorno e inoltre di fare la spesa possibilmente in un unico negozio senza dover spostarsi ulteriormente”.

“Ricordo inoltre- aggiunge – che ci è concesso uscire solo nelle immediate vicinanze della nostra abitazione, e che nonostante le imminenti festività e il perdurare del bel tempo, sono proibite scampagnate o pranzi al sacco all’aperto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.