Rifondazione Comunista: “Kme di Fornaci diventi un polo innovativo in difesa di salute e ambiente”

Il partito: "Chiediamo a Kme di abbandonare il progetto del gassificatore"

“Come Rifondazione Comunista, accogliamo favorevolmente l’accordo di collaborazione scientifica tra Kme e l’istituto di biofisica del Cnr per lo sviluppo di materiali che utilizzino le proprietà antibatteriche e antivirali del rame e delle sue leghe”. Sono queste le parole di Rifondazione Comunista (federazione della Provincia di Lucca), che chiede a Kme di abbandonare il progetto del gassificatore.

“Una risposta importante e positiva – proseguono – che s’inserisce in questa fase emergenziale sanitaria dovuta al Covid-19. Finalmente una proposta concreta che ci auguriamo possa associarsi a breve ad altre proposte, da parte di Kme, di ricerche scientifiche innovative in grado di coniugare ambiente, salute e produzione, che coinvolga anche le altre industrie presenti sul territorio della lucchesia e in grado di produrre tecnologie ecosostenibili per la propria produzione e per quella mondiale. Esiste un legame indiscutibile tra l’inquinamento antropico, i mutamenti climatici, le devastazioni di interi territori e il Covid-19, e ciò che chiediamo a Kme è di abbandonare il progetto del gassificatore e produrre innovazione tecnologica in grado di migliorare le condizioni ambientali globali”.

“Ci auguriamo che lo stabilimento Kme di Fornaci di Barga diventi un polo produttivo innovativo in difesa della salute e dell’ambiente, questa la sfida con la quale Kme potrà trovare al suo fianco Rifondazione Comunista e tutta la popolazione del territorio. La certezza che questo possa realmente accadere – concludono -, contrariamente a improponibili proposte che rischiano di non essere mai realizzate, è la possibilità reale di un futuro per la Kme e il mantenimento dei posti di lavoro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.