Barga, fondi per commercio e piccole attività in crisi

Il Comune estende esonero Tosap, sgravi per la Tari. Niente sanzioni per chi, in difficoltà, ritarda il pagamento dell'Imu

170 mila euro per i settori più colpiti dall’emergenza Covid-19. Questo il fondo straordinario destinato inizialmente dal Comune di Barga per aiutare i settori più colpiti dagli effetti economici del Covid-19: commercio al dettaglio, turismo, mondo delle piccole attività.

“Come abbiamo sempre ribadito – sostengono il sindaco Caterina Campani ed il vice sindaco Vittorio Salotti –, siamo a fianco della nostra comunità in questa situazione difficile e con questo stanziamento, che si aggiunge alle consistenti misure attuate coi fondi del Governo e della Regione, come i buoni spesa e i contributi straordinari per l’affitto per le famiglie più bisognose, lo dimostriamo concretamente. In queste settimane abbiamo lavorato intensamente e con responsabilità per reperire le risorse all’interno del nostro bilancio”.

“Grazie ai risparmi di spesa generati dall’emergenza ed alla sospensione della quota capitale di alcuni mutui con istituti bancari privati – afferma il vice sindaco Salotti -, abbiamo la disponibilità di un fondo di circa 300mila euro, in parte al momento congelato per sostenere le possibili riduzioni delle entrate ed i maggiori costi conseguenti agli effetti indotti dalla diffusione del Covid-19. Circa 100 mila euro saranno gli sgravi fiscali in materia di Tari per le attività commerciali maggiormente colpite dall’emergenza sanitaria, la scadenza delle rate è posticipata al 16 settembre, 31 ottobre e 30 novembre”.

C’è poi il capitolo Tosap (tassa occupazione spazi ed aree pubbliche) la cui scadenza è già stata prorogata dall’amministrazione comunale dal 30 aprile al 30 giugno. “L’intenzione della nostra amministrazione – afferma Salotti – è quella di ampliare l’esonero già previsto dal governo per il periodo dal 1 maggio al 31 ottobre in favore di bar, ristoranti e altri pubblici esercizi, concedendo e nel caso ampliando lo spazio esterno a disposizione in modo gratuito compatibilmente con la sicurezza stradale, sfruttando le aree a verde ove possibile. “Estenderemo infatti l’esonero per tutto l’anno ed anche alle altre attività duramente colpite dall’emergenza covid-19, quali ad esempio negozi al dettaglio di abbigliamento, giocattoli, cancelleria, gioielleria, gelaterie, parrucchieri, estetisti, attività di taxi, ecc.; tutto questo per la cosiddetta tosap permanente. Mentre per la tosap che è a carico degli ambulanti che abitualmente sono presenti ai nostri mercati di Barga e Fornaci di Barga, abbatteremo la tassa del 20% in virtù dell’impossibilità di svolgere la propria attività per circa 2 mesi e mezzo; per chi avesse già pagato, c’è la possibilità di richiedere il rimborso all’ufficio tributi del Comune”.

“Inoltre in riferimento all’Imu – prosegue -, il cui gettito è in gran parte statale, il Dl Rilancio non ha previsto la proroga dell’acconto che è confermato al 16 giugno; l’amministrazione comunale di Barga ha deciso però di prevedere, per i contribuenti in obiettiva difficoltà che ne facciano richiesta a mezzo Pec all’indirizzo comune.barga@postacert.toscana.it o inviando anche una semplice mail all’ufficio tributi dell’ente  tributi@comunedibarga.it , la possibilità di effettuare il versamento dell’acconto entro il 30 settembre senza l’applicazione di sanzioni ed interessi per il ritardato pagamento”.

E ancora il tema promozione turistica: “Anche qui – si spiega – la volontà dell’amministrazione comunale è quella di  mantenere integro il budget di bilancio per la cultura ed il turismo, nonostante che alcune manifestazioni siano state annullate in questo periodo, affinché nei prossimi mesi il nostro territorio possa offrire un valido programma di eventi compatibili con le nuove regole; anzi alla voce turismo andranno altre risorse per la promozione turistica del territorio, compreso un intervento sulla sentieristica per rendere appetibile Barga anche ad un turismo legato allo sport e alla natura. A breve uscirà un calendario degli eventi che il Comune offrirà nel periodo estivo, in collaborazione con le associazioni del territorio.  Inoltre parte di queste risorse saranno utilizzate anche per le manutenzioni delle nostre scuole, per far fronte a quanto verrà predisposto a settembre per la riapertura”.

“Abbiamo deciso – conclude Salotti -, di non accontentarci delle misure del Governo, ma di aggiungere ulteriori aiuti, per raggiungere tutti coloro che rischiano di non rialzarsi. Per il nostro Comune medio-piccolo si tratta di un grande sforzo economico che auspichiamo possa anche aumentare in futuro, ma dal primo momento non ci siamo tirati indietro e di fronte alla possibilità di scegliere che strada seguire, abbiamo sempre scelto quella della solidarietà, della trasparenza, della concretezza, degli aiuti che servono a rilanciare Barga ed il suo territorio”.

In tema di sostegno, è sempre attiva la raccolta fondi per l’emergenza Covid-19 promossa dal Comune. I cittadini potranno fare una donazione, volontariamente e di qualsiasi importo, che sarà utilizzata per un progetto a sostegno della comunità e che come Amministrazione abbiamo deciso di condividere con l’intero Consiglio Comunale. Per contribuire è necessario fare un bonifico all’iban IT 73 W 03242 70130 CC1604022730 intestato a Comune di Barga con causale “Donazione per emergenza sanitaria Covid-19”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.