Borgo a Mozzano, Misericordie organizzano centri estivi a Corsagna

Accolte le sollecitazioni della federazione toscana e dell'arcivescovo Paolo Giulietti

Di fronte alle necessità di tante famiglie del territorio e alle opportunità offerte dai decreti governativi e regionali, le Misericordie di Borgo a Mozzano e Corsagna, insieme all’associazione sportiva San Michele di Corsagna, hanno deciso di lavorare immediatamente alla elaborazione di un progetto di campi estivi, per bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni (scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola secondaria di primo grado) che si possano svolgere nel rispetto delle linee guida per gestire attività socio educative nella fase 2 dell’emergenza Covid-19, elaborate sia a livello nazionale che regionale.

Le due Misericordie del territorio hanno preso atto delle sollecitazioni, sulla questione dei servizi per bambini e ragazzi, che sono pervenute dalla federazione delle Misericordie della Toscana ed anche dallo stesso arcivescovo di Lucca. Le Misericordie e l’associazione sportiva presenteranno il loro progetto all’amministrazione comunale sicuri di ottenere la condivisione e tutto il supporto necessario al buon funzionamento dell’iniziativa, che si svolgerà al centro sportivo San Michele di Corsagna. Nei campi estivi si cercherà di coinvolgere anche i ragazzi con disabilità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.