Nubifragio a Gallicano, Saisi: “Serata drammatica, per la messa in sicurezza del territorio servono almeno 3 milioni”

Il sindaco del comune garfagnino: "Mi aspetto che Regione e Consorzio di Bonifica ci diano un aiuto concreto"

“È stata una serata drammatica”. Sono queste le parole del sindaco di Gallicano, David Saisi, per descrivere il nubifragio che si è abbattuto nel territorio della Valle del Serchio nella notte del 4 giugno. Una vera e propria bomba d’acqua: per far capire la portata dell’evento fra Barga, Fabbriche e Gallicano sono caduti in poche ore quasi 200 millimetri di pioggia.

Maltempo, isolate tre famiglie in Valfegana e una frazione di Coreglia: il bilancio dei danni

A Gallicano quasi tutte le frazioni sono state interessate da allagamenti e frane, con i cittadini, impauriti, che si sono ritrovati con le proprie abitazioni inondate di acqua.

Ingenti i danni registrati nel comune garfagnino: “È stata una giornata difficile per il nostro territorio e per la nostra comunità – commenta il sindaco David Saisi -. Molte persone hanno visto la propria abitazione allagata, molte strade hanno subito danni. I lavori necessari per garantire un minimo di ripristino li abbiamo quantificati in circa 300mila euro. Servirebbero almeno 3 milioni di euro per mettere seriamente in sicurezza le situazioni emerse nostro comune. Senza contare i danni ingenti avuti dalla popolazione. Mi aspetto che Regione Toscana e Consorzio di Bonifica ci diano un aiuto concreto“.

Adesso i cittadini sperano in un rimborso: “Ai privati che hanno subito danni dall’alluvione di giovedì sera – conclude il sindaco – suggerisco di conservare i documenti (scontrini, fatture e via dicendo) delle spese sostenute a causa dell’evento. In caso di dichiarazione di calamità naturale normalmente la Regione apre possibilità di rimborsi ai cittadini danneggiati“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.