Vico Pancellorum, per San Pietro e Paolo torte e raccolta fondi per la chiesa foto

Sono stati già donati 12mila euro da 70 contribuenti

Lunedì (29 giugno) ricorre la festa dei santi Pietro e Paolo, a Vico Pancellorum sin da tempi remoti la festa è molto sentita essendo San Paolo patrono e titolare della locale pieve millenaria.

Una festa che porta con sè due curiosità legate alla tradizione, una antichissima e l’altra molto attuale. La prima riguarda l’usanza di preparare una torta povera salata, chiamata La torta di San Piero. Non ci è dato sapere con esattezza perché “di San Piero”, dato che viene prodotta esclusivamente per la festa patronale di San Paolo.

Anche quest’anno alcune donne del paese prepareranno la torta che potrà essere degustata all’uscita della messa delle 11 di domenica (28 giugno).

La notizia più attuale risale invece al settembre dello scorso anno ed è l’istituzione di una campagna di raccolta fondi via internet per le necessità della pieve, Fundraiser for Parrocchia di Vico Pancellorum.

Alcuni abitanti del paese, vedendo lo stato attuale del tetto della chiesa, hanno constatato la necessità di opere di manutenzione e ripristino del manto di copertura, per riportarlo alla sua configurazione originale con l’uso di piastre di ardesia.

I residenti hanno da sempre effettuato in proprio opere di manutenzione, ed anche ricostruzioni vere e proprie, come nel caso dei gravi danni subiti dalla pieve a seguito del terremoto del 1920 (come ricorda la lapide posta nel transetto sinistro dell’altare maggiore). Oggi il paese ha pochi abitanti e malgrado ciò molte attività di manutenzione ordinaria vengono comunque svolte da paesani stessi e dai gentili ospiti, anche stranieri. La riparazione del tetto però costituisce una operazione straordinaria e costosa che può essere effettuata solo ricorrendo ad una azienda qualificata nel settore.

La parrocchia, secondo quanto si legge in una nota, ha dato incarico all’architetto Tolomei di Bagni di Lucca, di presentare agli enti il progetto per la manutenzione del tetto secondo i canoni imposti dalla Soprintendenza competente. Avendo così ottenuto l’autorizzazione, lo stesso architetto ha predisposto il computo metrico dell’opera sulla base del quale sono state richieste varie preventivazioni. L’importo dei soli lavori ammonta a 30mila euro.

La parrocchia però, non disponeva di tale somma: per tale motivo, nel settembre dello scorso anno, si è costituito un comitato informale per il supporto al parroco lanciando la presente raccolta fondi.

Avendo a disposizione un importo adeguato, anche se non totale, il parroco potrà più facilmente richiedere alla curia di Lucca, alle fondazioni bancarie e altri enti il cofinanziamento dell’opera. Il comitato, Luisa, Claudio, Walter, Graziano e Don Vitali, si è intitolato Mille e ancor più mille, proprio ricordando l’età della pieve e l’auspicio, che anche grazie a questi piccoli ma importanti impegni comunitari essa possa conservarsi per ancora mille e più anni.

Il comitato invita quindi i paesani residenti, i paesani emigrati all’estero, le loro famiglie, gli amici stranieri che a Vico hanno casa per vacanze e chiunque ami storia cultura arte poesia a voler considerare l’ipotesi di fare una libera donazione alla parrocchia, titolare del bene, per il tramite della presente piattaforma di fundraising .

Lo stato della raccolta ad oggi ha fruttato circa 12mila euro per 70 donazioni.

I lavori si sono dovuti iniziare per non incorrere in un altro inverno in queste condizioni. Ovviamente, la raccolta fondi continua.

La ricetta della torta di San Piero

Ingredienti: Pane, uova, formaggio parmigiano e pecorino, bietole, prezzemolo, pepe e sale in quantità dettate dal buon senso e dalla esperienza.

Mischiare il pane precedentemente ammollato con gli altri ingredienti, disporre il composto in una teglia con olio e infornare.

Tempo di cottura: quando in superfice si è formata una leggera crosticina la torta è pronta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.