Lavori al ponte del Diavolo, via allo svuotamento del fiume

Con Enel Green Power massima attenzione alla salvaguardia della fauna ittica e dell'ecosistema fluviale a valle dello sbarramento.

Lunedì (13 luglio) inizieranno le operazioni di vuotatura dell’invaso di Borgo a Mozzano, come annunciato alcuni giorni fa durante la presentazione dell’Info Point di Borgo a Mozzano: l’attività si svolgerà con gradualità fino allo svaso completo, condizione che si prevede di raggiungere mercoledì 15 luglio, con la massima attenzione alla salvaguardia della fauna ittica e dell’ecosistema fluviale a valle dello sbarramento.

Durante i lavori di svaso, lungo il corso d’acqua saranno effettuati i monitoraggi indicati nel decreto autorizzativo emesso dalla Regione Toscana. Le paratoie di scarico resteranno aperte e l’invaso rimarrà vuoto per circa 10 giorni, per consentire lo svolgimento delle attività di manutenzione della parte inferiore dell’arcata maggiore del Ponte della Maddalena, detto Ponte del Diavolo, a cura dell’amministrazione comunale.

Nell’occasione, durante questo periodo i tecnici di Enel Green Power eseguiranno le ispezioni e controlli tecnici alle opere civili, alle paratoie dello sbarramento ed alle relative apparecchiature elettromeccaniche di comando. Analoghe ispezioni e controlli tecnici saranno effettuati sia alla galleria sotterranea, che convoglia le acque dalla centrale di Piano della Rocca all’invaso di Borgo a Mozzano, sia alla centrale stessa.

Non appena saranno conclusi i lavori al Ponte del Diavolo e le attività tecniche per il controllo delle opere idrauliche, inizieranno le operazioni di reinvaso che si svolgeranno con i necessari ritmi di continuità e gradualità. L’attività rientra nella collaborazione con l’amministrazione comunale di Borgo a Mozzano per la valorizzazione del territorio e delle opere architettoniche presenti. Lo svaso si svolgerà nei tempi previsti secondo il processo di ottimizzazione tecnologica promosso da Enel che risponde a criteri ambientali e a principi di sicurezza e di efficienza dell’impianto.

Enel Green Power ricorda altresì che nell’attività ordinaria di gestione dello sbarramento, oltre a produrre energia rinnovabile, svolge una funzione ecologica e di sostenibilità ambientale trattenendo alle griglie ramaglie e tronchi e rimuovendoli tramite ditte specializzate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.