Gal MontagnAppennino, firmati i primi contratti per il sostegno ai piani integrati di filiera e territorio

L'ente conta di arrivare ad approvare gli ultimi entro la fine del 2020

Iniziano a vedersi i frutti del lavoro messo in atto nel 2019 dal Gal MontagnAppennino. Con l’ultimo consiglio di amministrazione di ieri (11 agosto), nonostante il periodo incerto dovuto al covid19 e le difficoltà annesse, come l’acquisizione dei documenti e la comunicazione con i beneficiari, è stato fatto un sostanziale passo avanti nell’ approvazione dei contratti per l’assegnazione dei contributi relativi al sostegno degli investimenti pubblici e privati ammessi sui bandi del Gal.

Dopo la fase istruttoria delle domande presentate, il Gal ha firmato contratti a sostegno di investimenti di oltre 95 mila euro per un contributo totale di 57 mila 221 euro per due domande del primo dei quattro progetti integrati di filiera che riguardano in particolare il miglioramento della redditività e competitività delle aziende agricole con gli obiettivi di trasferire buone pratiche e nuove produzioni nelle aziende agricole e la conservazione delle biodiversità.

Oltre ai Pif hanno riscontrato un’ampia partecipazione da parte di tutti i territori i progetti integrati territoriali. Rispetto a una dotazione iniziale di 2 milioni il Gal ha integrato le cifre arrivando a uno stanziamento totale di 3 milioni e 469 mila euro. In questi primi 7 mesi sono stati approvati contratti per un investimento totale di oltre 2 milioni concedendo un contributo totale di oltre un milione e mezzo a 55 progetti di enti pubblici locali e imprese. Di questi 6 progetti presentati dai comuni, rientrano nelle misure di sviluppo e rinnovamento dei villaggi, per un investimento di 541 mila 393 euro che hanno beneficiato di un totale di 513 mila 803 euro. Altri cinque progetti, che per un investimento di 273 mila euro hanno ottenuto un contributo di 245 mila 762 euro riguardano le infrastrutture ricreative pubbliche, centri di informazioni turistica e le infrastrutture turistiche con l’obiettivo di migliorare l’offerta e la fruibilità complessiva del territorio a fini turistici.

Per quanto riguarda il settore del commercio sono stati fatti nove contratti per un investimento complessivo di 393 mila 749 euro con un contributo totale di 235 mila euro che hanno l’obiettivo di sviluppare nuovi servizi commerciali nei centri storici. Nel settore turistico i progetti salgono a dieci, per un investimento di 374 mila 389 euro con un contributo di 224 mila 633 euro, per il sostegno a investimenti nella creazione di alberghi diffusi, strutture a supporto degli itinerari e rete escursionistica Toscana. Per i restanti 25 progetti sono stati firmati contratti a sostegno di un investimento di 774 mila euro per un totale di 415 mila 788 euro di contributo che riguardano il settore agricolo con le finalità di migliorare la redditività e la competitività delle aziende agricole.  L’iter istruttorio prosegue e il Gal conta di arrivare a approvare gli ultimi contratti entro la fine del 2020 assegnando ulteriori contributi per un milione e 400 mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.