Coronavirus, Andreuccetti: “Pronti ad affrontare l’emergenza grazie a una comunità unita e forte”

Negativi alcuni casi sospetti all'Itt dove erano scattare le quarantene: "Ma non abbassiamo la guardia"

Ritorno a scuola ed emergenza Covid, bilancio positivo per il sindaco di Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti.

“La scuola sul nostro territorio – dice – sta procedendo bene, così come bene procedono i modi di comportarsi dei cittadini nel vivere la socialità: è chiaro però che sul Covid-19 non dobbiamo abbassare la guardia, soprattutto nelle settimane e nei mesi che verranno”.

“All’Itt – dice il primo cittadino – stiamo avendo qualche caso di quarantena/accertamenti in corso (poco fa mi hanno comunicato che sono negativi), tutti ben gestiti dalla dirigenza scolastica e, quindi, sotto controllo. Era inevitabile e sappiamo che quasi certamente accadrà anche nelle altre scuole. Sarà perciò importante vivere bene ogni passaggio, cosa che stiamo preparando e gestendo in stretta collaborazione con dirigenza e personale scolastico”.

“Le elezioni regionali si sono svolte in modo corretto, in totale sicurezza, e ad oggi è terminato anche lo smontaggio dei seggi – prosegue il sindaco –  Ringrazio tutto il personale per quanto fatto, soprattutto di questi tempi non era banale. Nel Comune, ad oggi, non abbiamo nessun caso di positività al Covid, ma per essere realisti non dobbiamo chiederci se ci sarà o meno una seconda ondata, che appare inevitabile (più o meno forte che essa sia), bensì essere preparati ad affrontarla. Sul piano economico, da marzo ad oggi, tre attività hanno chiuso (o stanno per farlo) e tre nuove attività hanno aperto. A fronte di una crisi che ha colpito molti, c’è anche chi scommette sul futuro: dobbiamo essere vicini ai primi, affinché trovino altre soluzioni lavorative o auspicare che già le abbiano trovate, e incoraggiare i secondi, consapevoli che hanno ed avranno bisogno di tutto il sostegno possibile”.

“Noi come amministrazione in questi mesi abbiamo investito, tra contributi diretti e sconti Tari circa 50mila euro per la attività commerciali, aiuti che non hanno risolto il mondo ma che sono un segnale concreto, di vicinanza, di cui credo ci fosse davvero bisogno. La nostra comunità è unita, forte, e con lo spirito mostrato in questi mesi saprà affrontare al meglio anche l’autunno/inverno che abbiamo davanti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.