A Castelnuovo Garfagnana la tappa in presenza della campagna ‘Io non rischio’

Associazioni di protezione civile in prima linea per spiegare i comportamenti da tenere per la prevenzione nei casi di emergenza

L’Associazione nazionale autieri d’Italia – sezione Garfagnana aspetta i cittadini al loggiato Porta a Castelnuovo per parlare di prevenzione ed autoprotezione.

Domenica (11 ottobre) torna Io Non Rischio, la campagna nazionale promossa dal Dipartimento nazionale di protezione civile, volontariato di protezione civile, istituzioni e mondo della ricerca scientifica per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sui rischi terremoto/maremoto ed alluvione.

La campagna Io non rischio giunta alla sua decima edizione, si svolgerà con una importante novità. A causa dell’emergenza Covid-19 e delle necessarie precauzioni sanitarie, le piazze Io Non Rischio quest’anno diventano piazze digitali ad eccezione di Castelnuovo di Garfagnana e Fivizzano in quanto ricorre il centenario del terremoto della Garfagnana e Lunigiana del 1920.

I volontari di protezione civile incontreranno e spiegheranno ai cittadini in modo più approfondito i rischi ed i comportamenti più corretti di autoprotezione da mettere in pratica in caso di emergenza. I responsabili di protezione civile della Provincia di Lucca, dell’Unione dei Comuni e del Comune di Castelnuovo affiancheranno i volontari in questa giornata di divulgazione.

Anche se quella di Castelnuovo è una piazza fisica, non mancherà una parte social, anche su Facebook saranno presenti i video che i volontari mostreranno in piazza cosicché tutti possano partecipare a questa giornata ed aiutare a diffondere le buone pratiche di protezione civile con la condivisione.

“Come per numerose altre iniziative – spiega il presidente della Provincia Luca Menesini – anche Io Non Rischio cambia volto ma non i contenuti, a causa degli effetti della pandemia e della necessità di limitare gli incontri fisici tra le persone. La campagna informativa e di comunicazione che promuove la resilienza, che si svolgerà in piazza sul nostro territorio solo a Castelnuovo Garfagnana, si sposta sulle piattaforme digitali che sono certamente adatte alle finalità della campagna e per questo faccio appello alla cittadinanza affinché seguano la giornata attraverso i social network e i siti dedicati, sebbene le buone pratiche di protezione civile siano ormai da anni ben codificate in varie norme di comportamento che sono reperibili su molti portali on line”.

L’iniziativa è promossa, a livello locale, in collaborazione con la Regione Toscana, la Provincia di Lucca, l’Unione Comuni Garfagnana, l’unione Comuni Mediavalle del Serchio, l’Unione Comuni della Versilia, i Comuni di Lucca, Camaiore, Castelnuovo Garfagnana, Coreglia Antelminelli, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema.

Protagoniste dell’attività di informazione verso il cittadino saranno le associazioni di volontariato: l’Anpana, l’Associazione Nazionale Autieri d’Italia di Castelnuovo G., il Comitato alluvionati di Pietrasanta 19/06/1996, la Croce Verde di Lucca, di Lido di Camaiore, di Ponte a Moriano e di Stazzema, la Croce Bianca di Querceta, il gruppo comunale di Protezione Civile di Castelnuovo, i Muttley’s Group Versilia, la Misericordia di Piano di Coreglia, la Società nazionale di salvamento Sezione Viareggio Versilia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.