Ancora proteste alla Lucart di Diecimo: “Azienda inadempiente sullo smaltimento polveri”

Sindacati e Rsu chiedono il rispetto del protocollo fra parti sociale e Asl che prevedere l'aspirazione

Nuove proteste alla Lucart di Diecimo, stavolta sulle condizioni di lavoro.

Sono le sigle sindacali Slc Cgil Lucca, Ugl Chimici Lucca, Fistel Cisl Toscana e la Rsu a intervenire sul tema: “Da quanto emerso dalle recenti assemblee dei lavoratori dello stabilimento Lucart di Diecimo – dicono – e dalle successive verifiche fatte dalla Rsu si è accertata la completa inadempienza dell’azienda rispetto alle procedure per la rimozione delle polveri derivate dal processo di lavorazione. Infatti, come previsto dal protocollo di intesa tra le parti sociali e l’azienda Usl Toscana Nord Ovest Lavoro, contenente le linee di indirizzo per le attività di rimozione delle polveri di carta, la rimozione delle suddette polveri deve avvenire esclusivamente tramite l’aspirazione  da effettuarsi con impianti di aspirazione fissi e/o mobili”.

Tali disposizioni vengono del tutto ignorate dall’azienda – dicono i sindacati – che lungo le linee di produzione del reparto converting ha installato delle pistole ad aria compressa con le quali ai lavoratori si fa effettuare non la rimozione delle polveri, ma attraverso il soffiaggio la messa in sospensione negli ambienti di lavoro delle stesse, con l’inevitabile conseguenza che quantità di polveri venga da loro inalata attraverso le vie respiratorie. A fronte di ciò sindacati e Rus richiamano l’azienda al rispetto del protocollo e delle procedure ivi previste, avvisandola che in caso del permanere di tale comportamento metteranno in atto tutte le azioni che saranno ritenute necessarie a ripristinare le condizioni di tutela della salute dei lavoratori”.

“Sindacati e Rsu – conclude la nota – confermano ai lavoratori l’indicazione ad attenersi alle disposizioni previste per la rimozione delle polveri solo attraverso la loro aspirazione e di sottrarsi ad indicazioni diverse che potessero essere loro date da parte aziendale e inoltre, in tal caso, caso di darne loro immediata informazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.