Ospedale Barga ‘bolla Covid’, Progetto Comune chiede consiglio comunale straordinario

Per l'opposizione il rischio è quello di una minore attenzione per i pazienti ordinari

Il gruppo consiliare di minoranza Progetto Comune per Feniello sindaco composto da Francesco Feniello, Claudia Gonnella, Gesualdo Pieroni, Claudio Gonnelli e Andrea Salvoni ha chiesto al sindaco la convocazione di un consiglio comunale straordinario per discutere dell’organizzazione sanitaria dell’ospedale San Francesco di Barga, dopo l’annuncio della creazione di una bolla Covid nel reparto di riabilitazione.

“La richiesta – dice Progetto Comune – si è resa necessaria dal fatto che abbiamo appreso che il reparto di riabilitazione dell’ospedale verrà adibito a bolla Covid per un totale di 20 posti letto, mentre 10 riservati ai pazienti della riabilitazione verranno spostati nel reparto di medicina (l’attuale personale sanitario dovrà curare i malati Covid e gli altri). A nostro parere, tale scelta, pur favorendo le cure per i pazienti Covid, comporterà minore attenzione ai pazienti ordinari, anche a causa di un ridimensionamento dell’attività ambulatoriale esistente”.

“Malgrado i ripetuti appelli da parte del sindaco di Barga e della Conferenza dei sindaci – prosegue l’opposizione – volti a rassicurare la popolazione sulla preservazione dell’assoluta integrità dei reparti esistenti, ad oggi apprendiamo con amara sorpresa la loro svendita per coprire le inefficienze, le responsabilità e l’inerzia della politica sanitaria regionale e dell’Asl che, pur sapendo dell’arrivo di una seconda fase di criticità, non si sono attivati per far fronte ad essa nel periodo di minore diffusione del contagio. Ribadiamo la nostra disponibilità ad accogliere un eventuale reparto Covid presso l’ospedale di Barga ma senza che ciò impoverisca i reparti esistenti e appesantisca il lavoro già gravoso del personale sanitario. In un momento estremamente delicato e allo stesso tempo straordinario come la fase emergenziale attuale, vanno messe in campo delle risorse aggiuntive, in netta controtendenza allo scellerato piano di tagli alla spesa sanitaria regionale della quale anche Barga ha subito le conseguenze“.

“In alternativa all’utilizzo dei reparti esistenti – conclude Progetto Comune – chiediamo che vengano utilizzati spazi diversi e con accessi e personale autonomi. Dall’esito del Consiglio e dai risultati eventualmente ottenuti il gruppo consiliare di minoranza prenderà in considerazione di promuovere una manifestazione popolare di protesta per le ennesime scelte penalizzanti per Barga”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.