Borgo, 580mila euro per l’ampliamento dell’Iti Ferrari: verranno create 4 nuove aule

Verrà anche riqualificata l'area concessa dalle Ferrovie dello Stato al confine con la scuola per nuovi spazi esterni

Scuola al centro a Borgo a Mozzano. Passi avanti della Provincia di Lucca verso l’ampliamento della sede dell’Istituto tecnico industriale Ferrari del capoluogo che fa parte dell’Isi di Barga. L’ufficio tecnico dell’ente di Palazzo Ducale, infatti, ha definito il progetto per il quale sono stati stanziati 580 mila euro, risorse in parte rese disponibili della Regione Toscana e in parte dalle casse del bilancio provinciale.

Iti Ferrari, c’è il progetto di innalzare l’edificio dei laboratori per creare nuove aule

I lavori prevedono la soprelevazione dell’edificio che ospita i laboratori della scuola sul retro del corpo principale. Con questo intervento saranno ricavati circa 270 metri quadri in più di superficie utile per la didattica: uno spazio dove troveranno posto 4 nuove aule. Nell’ambito di questo progetto di edilizia scolastica, inoltre, la Provincia di Lucca provvederà a riqualificare l’area concessa dalle Ferrovie dello Stato al confine con la scuola in modo da ottenere così nuovi spazi esterni da mettere a disposizione dell’istituto tecnico di Borgo che è di proprietà comunale, ma in concessione alla Provincia che ha la competenza sull’edilizia scolastica.

Soddisfatto il consigliere provinciale con delega alle scuole della Mediavalle nonché sindaco di Borgo a Mozzano Patrizio Andreuccetti: “I lavori al Ferrari – dichiara – fanno parte di un’articolata serie di interventi di riqualificazione, messa in sicurezza e adeguamento di molti edifici superiori del territorio provinciale. In questo caso l’ampliamento del Ferrari assume ancora più rilevanza per il comune trattandosi dell’unica scuola superiore del nostro territorio. L’ufficio tecnico di Palazzo Ducale conta di concludere entro fine febbraio il progetto esecutivo per affidare i lavori entro maggio in modo, così, da poter far partire subito dopo l’intervento della parte strutturale che si svolgerebbe in gran parte durante l’estate”.

Patrizio Andreuccetti

La fine dei lavori è stimata per l’inizio del 2022.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.