Borgo a Mozzano, al via gli interventi per realizzare una parete artificiale di arrampicata

Sono partiti i primi lavori del Progetto integrato territoriale per la riqualificazione del centro storico

Sono partiti i primi interventi pubblici per l’attuazione della Quadratura del Serchio, il Progetto integrato territoriale che vede capofila il Comune di Borgo a Mozzano.

L’amministrazione, che segue il progetto attraverso l’impegno delle consigliere Simona Girelli e Rosetta Viviani, si è resa protagonista di un’intensa attività di progettazione e coinvolgimento di operatori economici e portatori di interesse locali, al fine di elaborare una proposta
progettuale che ha partecipato all’apposito bando del Gal Montagnappennino, aggiudicandosi un contributo complessivo di oltre 400 mila euro di cui sono beneficiari il Comune e i partner privati diretti che hanno deciso di investire nelle proprie aziende, imprese agricole e attività turistiche.

Gli interventi pubblici si concentrano sul centro storico del capoluogo, con obiettivi molteplici che vanno dalla valorizzazione delle emergenze architettoniche di Borgo a Mozzano, alla riqualificazione dei percorsi urbani; dalla promozione del sistema economico locale, alla realizzazione di infrastrutture ricreative pubbliche. E proprio su questa azione si concentrano gli sforzi dell’amministrazione per l’avvio della fase attuativa del progetto. Si concluderanno a breve infatti, le procedure per l’acquisto dell’attrezzatura per la realizzazione di una parete artificiale di arrampicata.

“La scelta di dotare la comunità di tale infrastruttura è l’esito di un percorso di coinvolgimento e approfondimento da un lato delle più apprezzate abitudini sportive e ricreative della popolazione più giovane – spiega il sindaco Patrizio Andreuccetti -, dall’altro tiene conto della rilevante componente sociale rappresentata dal climbing, quale strumento fra i più indicati per l’integrazione e la pratica motoria di persone e minori affetti da disabilità di vario genere”.

“La parete di arrampicata – riferisce l’ingegnere Iacopo Menchetti, che segue il progetto per il Comune di Borgo a Mozzano – di complessivi 27 mq, verrà realizzata da Climblock, azienda trentina leader nel settore dell’arrampicata, che ha prodotto la migliore offerta economica e qualitativa per le esigenze rappresentate dal Comune”.

In ragione della volontà di costituire, attraverso questa nuova dotazione, un’occasione ulteriore per lo sviluppo ricreativo della comunità borghigiana, la parete di arrampicata troverà posto nella palestra della scuola media inferiore Papa Giovanni XXIII, centro di formazione secondaria di tutta la popolazione scolastica del Comune. Accanto al possibile utilizzo scolastico, già concordato con la dirigenza dell’istituto, verranno sviluppati anche specifici progetti sportivi e motori a cura del Comune e della fraternita di Misericordia di Corsagna, con particolare riferimento ai minori disabili. L’investimento complessivo supera di poco i 10 mila euro e vedrà la luce già nelle prossime settimane.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.