Quantcast

Nuova scuola di Scesta, cantiere in partenza: il plesso sarà pronto nel 2022

L'assessore Sebastiano Pacini: "Attualmente è in corso di esecuzione l’intervento di spostamento della linea elettrica"

Sono in procinto di partenza i lavori per la costruzione della nuova scuola di Scesta. È in corso, infatti, un intervento di Enel per lo spostamento della linea elettrica. Una volta concluso, partirà il cantiere vero e proprio. A fare il punto sul progetto è l’assessore ai lavori pubblici Sebastiano Pacini, che ha risposto all’interrogazione presentata dai consiglieri di Un futuro per Bagni di Lucca.

“Il progetto relativo ai lavori di rilocalizzazione e messa in sicurezza del plesso scolastico di Scesta ammonta a complessivi 2 milioni e 152mila euro – risponde l’assessore -. A questo si aggiunge il progetto relativo alla realizzazione dell’impianto a biomassa per l’importo complessivo di 310mila989,23 euro. I costi fino ad oggi sostenuti riguardano essenzialmente le spese tecniche per i rilievi, la verifica preventiva interesse archeologico, la progettazione, le spese di istruttoria di pareri di altri enti (Asl e Genio Civile), la demolizione del fabbricato esistente, lo spostamento della linea elettrica per un totale di 182mila763,13 euro”.

Scuole e montagna, Michelini: “Su San Cassiano e Fabbriche non si può intervenire, il futuro è la Scesta”

L’assessore Pacini chiarisce anche che “l’importo dei lavori per la realizzazione dell’impianto a biomassa è di 50mila euro ed è stato assunto con la cassa depositi e prestiti”.

Nuova scuola di Scesta, prestito di 50mila euro per realizzare impianto a biomassa

L’assessore Pacini fa il punto sul cantiere: “L’inizio dei lavori è previsto per il corrente mese di marzo. La gara d’appalto per l’affidamento dei lavori era fissata per il 17 marzo 2020. Tale data purtroppo è coincisa con il periodo di lockdown totale a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19 che ha costretto al rinvio dell’apertura delle offerte. La gara d’appalto si è quindi svolta nel mese di maggio con aggiudicazione dei lavori con determinazione il 25 maggio 2020. L’efficacia dell’aggiudicazione è stata dichiarata con determina il 17 luglio 2020 a seguito della verifica dei requisiti dichiarati dall’operatore economico risultato aggiudicatario. A seguito dell’approvazione di variante al regolamento urbanistico ed al piano strutturale di cui alla delibera del consiglio comunale del 10 febbraio 2020, con la quale è stata ampliata l’area destinata ad attrezzature pubbliche di nuova previsione per il nuovo plesso scolastico, è stata apposita variante al progetto approvato per lo spostamento del nuovo edificio di circa 5 metri verso l’interno (allontanandosi dalla strada per Palleggio), con conseguente miglioramento dall’accesso al nuovo edificio. Tale variante è stata approvata dalla giunta comunale il 25 febbraio 2021 a seguito dell’ottenimento delle necessarie autorizzazioni (paesaggistica e Genio Civile). Attualmente è in corso di esecuzione l’intervento di spostamento della linea elettrica da parte della società E-Distribuzione (linea che impediva l’esecuzione dei lavori). Completati questi lavori possono essere avviati i lavori”.

Nuova scuola di Scesta, prosegue l’iter: affidato il primo lotto di lavori da 1,5 milioni di euro

I lavori dovrebbero terminare entro l’estate del 2022: “La data del presunto termine dei lavori corrisponde alla durata contrattuale prevista in 426 giorni naturali e consecutivi decorrenti alla data di consegna”.

Sebastiano Pacini chiarisce anche l’aspetto degli espropri: “Con i proprietari dei terreni sono stati stipulati gli accordi di cessione bonaria con i quali l’amministrazione comunale viene in possesso dei beni. Si sta procedendo con l’emissione degli atti per il pagamento delle identità di esproprio concordate con gli stessi proprietari per poi procedere alla emissione del decreto di esproprio per il trasferimento finale dei terreni a nome del Comune”.

Sulla questione trasporti: “È prematuro parlare del servizio di scuolabus per la costruenda scuola di Scesta. Potremo rispondere solo dopo la conoscenza del numero degli studenti, la loro provenienza e le richieste del servizio da parte delle famiglie. Al momento mancano ancora l’elenco degli iscritti e le domande di iscrizione al servizio trasporti da parte delle famiglie. Una risposta attendibile potrà essere fornita sola fra 2 o 3 mesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.