Quantcast

A Coreglia 500mila euro per riqualificare il territorio foto

Restyling di luoghi simbolo, ma anche trekking, escursioni e una nuova rete sentieristica adatta a tutti

Riqualificazione di luoghi simbolo del territorio, scoperta e valorizzazione dei maggiori punti di interesse, ma anche trekking, escursioni e una nuova rete sentieristica adatta a tutti: Coreglia ha ottenuto quasi 500mila euro per il progetto integrato territoriale pubblico-privato che punta a combattere lo spopolamento e a creare nuove opportunità di lavoro, di promozione turistica, di offerta culturale.

Il finanziamento europeo per il Piano di Sviluppo rurale 2014-2020, erogato dalla Regione Toscana attraverso il Gal Montagnappenino, serve infatti per riqualificare luoghi strategici del territorio e realizzare una rete escursionistica che collegherà, attraverso antiche mulattiere, sentieri bellissimi, immersi in contesti naturalistici unici, distribuiti su tutto il comune.

I fondi ottenuti per l’intero progetto ammontano a circa 480mila euro, di cui 256mila per il Comune e il resto per i soggetti privati coinvolti. “Il piano integrato territoriale – commentano il sindaco, Marco Remaschi e l’assessora al turismo, Sabrina Santi – rappresenta una forza propulsiva unica per tutto il territorio di Coreglia Antelminelli. Luoghi così belli e carichi di storia meritano di essere vissuti e valorizzati al massimo. Vogliamo ringraziare i soggetti che hanno partecipato alla realizzazione del progetto. I lavori sono stati tutti appaltati e sono in corso di realizzazione e ci auguriamo di poterli inaugurare quanto prima, così da essere pronti per la stagione estiva: oltre a riqualificare e a far rinascere intere porzioni di territorio, soprattutto quello montano, questo progetto potrà diventare un elemento di attrazione turistica a vantaggio della nostra comunità”.

Il progetto

Il bando a cui ha partecipato il Comune di Coreglia insieme a tre imprese agricole, tre commerciali e due turistiche prevedeva la presentazione di un progetto con finalità turistiche e di riqualificazione del territorio, per limitare il fenomeno dello spopolamento dei borghi e per la creazione di nuove opportunità lavorative, oltre alla promozione di quelle esistenti. Il progetto prevede la riqualificazione di luoghi strategici del territorio come piazza delle Botteghe a Piano di Coreglia, piazza Mazzini e il parco pubblico Il Forte a Coreglia capoluogo: i lavori sono attualmente in corso. Agli interventi di riqualificazione, si aggiunge la creazione di una rete escursionistica da mettere a disposizione per trekking, percorsi in mountain bike ed equitazione. Il percorso, che attraversa tutto il territorio, partirà dal fondovalle, in corrispondenza della stazione ferroviaria: da qui, i sentieri proseguono verso le frazioni montane del comune incontrando i sentieri Cai.

Da Calavorno fino a Ghivizzano e di nuovo a Piano di Coreglia, poi su verso Vitiana e Tereglio; e ancora in direzione Lucignana, poi Gromignana e quindi Coreglia capoluogo fino a Piastroso. I camminamenti saranno dotati di una segnaletica idonea e saranno opportunamente pubblicizzati. Il tutto si arricchisce di alcune ulteriori attrazioni, rese possibili grazie anche alla collaborazione con i soggetti privati: escursioni, noleggio di biciclette, passeggiate a cavallo, visite in aziende agricole. Sono inoltre previsti infopoint turistici nei bar e nei ristoranti del territorio, mentre chi vorrà potrà prenotare escursioni e visite con guide ambientali. L’obiettivo è quello di rendere i sentieri accessibili al maggior numero di utenti, anche ai meno esperti. Per questo i privati partner dell’iniziativa metteranno a disposizione un servizio di noleggio Mtb con pedalata assistita ed e-bike, che a breve sarà inaugurato da un giovane del territorio all’interno del campeggio Pian D’Amore di Coreglia, e colonnine di ricarica dislocate lungo il percorso. Sarà inoltre possibile accedere al punto-ristoro Il nido dell’aquila all’Oasi dell’Orrido di Botri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.