Quantcast

Pochi cardiologi negli ospedali della Valle, vertice tra Asl e sindacati

Al vaglio soluzioni per ottimizzare il lavoro e risolvere la carenza di personale

Un tavolo tecnico per analizzare con le organizzazioni sindacali la situazione dei servizi di cardiologia della Valle del Serchio. E’ stata convocato per domani pomeriggio (20 aprile) dall’Asl Toscana nord ovest, che ribadisce come gli attuali problemi di gestione siano legati alla carenza sul territorio nazionale di cardiologi e alla difficoltà di mantenere un numero costante di specialisti in zone più decentrate come la Valle del Serchio.

Come già a conoscenza dei sindacati, negli ultimi mesi sono state vagliate tutte le possibilità per la sostituzione del personale mancante utilizzando le graduatorie in essere per assunzioni a tempo indeterminato, determinato e in specialistica ambulatoriale e ogni istituto contrattuale possibile, sempre con esito negativo.

E’ stato quindi necessario da parte del direttore del Dipartimento medico aziendale garantire le ore necessarie, al momento, attraverso i professionisti di altre strutture aziendali di Cardiologia.

Questa è una soluzione che l’Asl Toscana nord ovest ha già in altre occasioni utilizzato in casi simili, laddove situazioni impreviste e la necessità al contempo di garantire il servizio all’utenza, anche per periodi brevi, abbiano reso necessario ricorrere al contributo a livello aziendale da parte dei professionisti di altri presidi, che si sono sempre resi disponibili in maniera vicendevole, consapevoli del gatto che prima di tutto al centro ci sono le necessità dei pazienti e dell’utenza.

E’ stato inoltre ipotizzato un assetto organizzativo alternativo, di cui si parlerà in maniera approfondita anche nel tavolo tecnico di domani (20 aprile).

L’Azienda continua comunque a lavorare, attraverso tutte le vie percorribili, per potenziare l’organico della Cardiologia della Valle del Serchio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.