Quantcast

Zucconi (Fdi): “Bando per le terme deserto, colpa dell’amministrazione”

Il deputato boccia la gestione Michelini

“In tre anni sono stati indetti ben tre bandi per la gestione del settore pubblico delle Terme di Bagni di Lucca e tutti e tre hanno avuto lo stesso esito: deserti. E’ evidente che il problema sta a monte e cioè nella mala gestione della ‘cosa pubblica’ da parte dell’amministrazione comunale”, è quanto commenta l’onorevole di Fratelli d’Italia Riccardo Zucconi.

“Un’incapacità – prosegue – che era balzata agli occhi fin da subito, fra lentezza e mancanza di un reale progetto da seguire, che ha portato inevitabilmente alla disastrosa situazione di oggi. Il danno non è solo in termini di immagine e prestigio della città – prosegue il deputato – ma anche e soprattutto economico, sia per i posti di lavoro a rischio (da inizio anno sono già tre le persone che hanno perso il lavoro) che per tutto l’indotto commerciale. L’amministrazione si assuma la responsabilità di questa imbarazzante figuretta e provveda quanto prima a trovare una definitiva soluzione per lavoratori, cittadini e per l’immagine stessa di Bagni di Lucca”.

Del resto, in un recente incontro tenutosi nel comune, l’onorevole Riccardo Zucconi assieme dirigenti Fdi Riccardo Giannoni e Emanuele Domenici, al responsabile provinciale Fdi del Dipartimento attività produttive Annamaria Frigo e ai consiglieri comunali Laura Lucchesi e Claudio Gemignani avevano dovuto constatare, a seguito di un confronto sulla situazione, come le terme di Bagni difficilmente riusciranno ad aprire entro il 30 giugno, data di scadenza della proroga della concessione all’attuale gestore Vittorio Lapolla: “Il bando è scaduto il 17 maggio scorso ed è il terzo dal 1 gennaio 2019 – affermano -, l’amministrazione comunale non può esimersi dall’assumersi la responsabilità non solo di non aver trovato soluzioni, ma di avere al contrario determinato l’allontanamento di possibili, nuovo gestori. Non mettiamo in dubbio la buona volontà dell’amministrazione comunale – commentano i consiglieri comunali Gemignani e Lucchesi – ma la capacità di progettare e soprattutto risolvere i problemi che affliggono le nostre terme e il nostro territorio”.

“Se dobbiamo giudicare l’amministrazione sui fatti concreti – conclude Zucconi – il nostro voto è ampiamente insufficiente. Questa Amministrazione in sostanza rischia di essere quella che ha chiuso le Terme e non le ha assolutamente sapute valorizzare, basti guardare lo stato di degrado in cui versa l’intera zona termale, una risorsa che debitamente valorizzata avrebbe rappresentato il futuro per Bagni di Lucca”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.