Quantcast

Grande festa per l’inaugurazione del nuovo palazzetto dello sport a Ghivizzano foto

Taglio del nastro alla struttura sportiva con il sindaco Remaschi. Presto la risistemazione dell'area esterna come parco della frazione

È stato inaugurato questa mattina (29 maggio) a Ghivizzano il nuovo palazzetto dello sport. Presente all’iniziativa il sindaco di Coreglia, Marco Remaschi, insieme all’intera giunta comunale; erano inoltre presenti le realtà associative operanti nel comune e non solo. Presenti anche il questore di Lucca, Alessandra Faranda Cordella, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Marcello Bertocchini, la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo di Coreglia, Alessandra Giornelli e anche il direttore dei lavori, Andrea Poli, il responsabile della ditta Cappelli che ha eseguito l’intervento, Sauro Cappelli.

Ad introdurre la giornata don Giuseppe Andreozzi che prima della benedizione ha affermato:  “Lo sport è fondamentale per la salute fisica psichica oltre che per definire la dimensione sociale di ciascuno di noi.  Attraverso lo sport riusciamo ad intercettare ciò che di bello può rappresentare l’incontro con l’altro. L’universalità dello sport – prosegue Don Marco – spero sarà una delle caratteristiche determinanti questo neonato spazio, affinché abbatta ogni differenza sociale e culturale aiuti il dialogo, sviluppi incontri amicizie e, perché no, amori. Ci auguriamo inoltre che questo nostro palazzetto si riveli inclusivo e alla portata di tutti a partire dai più fragili. Questo luogo ha infine l’obbiettivo di allontanare i nostri ragazzi dall’apatia che è figlia di questo tempo così difficile, educandoli al sacrificio ed al rispetto altrui”.

Una volta all’interno del palazzetto, il sindaco ne ha illustrato le fasi operative con il supporto di una rappresentazione video:
“Era impensabile che in un momento così complicato potessimo completare un progetto così ambizioso in poco più di un anno, lavorando in piena fase emergenziale, ma siamo riusciti a tagliare il traguardo” .

Per il sindaco è stata anche occasione per illustrare il progetto dell’amministrazione relativo alla risistemazione dell’area esterna della palestra facente parte di una più ampia riqualifica tesa a valorizzare il territorio con strutture funzionali ed aggregative.

La giornata si è conclusa con la consegna dei palloni da parte di Roberto Giorgi in rappresentanza della Federazione italiana di pallavolo e con l’intervento dell’associazione Il sorriso di Francesco che ha donato un defibrillatore installato all’interno della struttura.

Il palazzetto sorge accanto alla nuova scuola media Ungaretti. Un luogo bello, sicuro, grande, attrezzato e capace di ospitare studenti e cittadini, associazioni sportive ed eventi.  Un investimento dell’importo di 2,1 milioni di euro, finanziato con fondi del ministero dell’istruzione e della ricerca (1,5 milioni), della Regione Toscana (350mila euro) e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca per 250mila euro, ai quali occorre aggiungere gli ulteriori 200mila euro che l’ente di San Micheletto ha erogato per sistemare nella sua interezza le aree esterne del polo scolastico.

“Una settimana fa ci siamo ritrovati insieme per illustrare pubblicamente il progetto di completamento delle Industrie Cartarie Tronchetti a Piano di Coreglia – ha spiegato Remaschi -. Oggi siamo di nuovo insieme per inaugurare una struttura che garantirà un ulteriore accrescimento alla nostra comunità. Sono questi i segni tangibili del nuovo corso che abbiamo impostato come amministrazione comunale: un percorso fatto di partecipazione e di crescita comune. Oggi è davvero una giornata di festa per Coreglia, che da molto tempo attendeva una struttura del genere. Nuova, funzionale, moderna, sicura, bella, organizzata con tutti i servizi, a disposizione delle scuole del territorio, che potranno utilizzarla per svolgere attività fisica e per organizzare iniziative, e per le associazioni sportive e per l’intera cittadinanza. Un polo per lo sport, così mi piace definirlo, che potrà attrarre eventi e occasioni di incontro sia da parte della comunità di Coreglia che da parte degli altri territori confinanti. Non esiste, infatti, in un raggio di decine di chilometri, una struttura simile, aperta e accessibile. Voglio ringraziare la mia squadra, gli uffici e i tecnici comunali che hanno seguito tutto l’iter per arrivare a questa inaugurazione, le ditte e i professionisti che hanno seguito i lavori, le associazioni anche oggi presenti”.

Avviato, come detto, il percorso per riqualificare e rigenerare le aree esterne, presenti su via di Gretaglia, da destinare a uso pubblico. “Abbiamo deciso di cogliere l’opportunità di trasformare questa area – continua Remaschi – non solo in un luogo a servizio delle scuole, ma a servizio dell’intera collettività. Da qui nasce l’idea di sistemare l’area esterna adiacente alla palestra con accesso diretto da via di Gretaglia per poterla utilizzare in parte come parcheggio e in parte come parco per la frazione. In questo modo dotiamo il palazzetto anche di un accesso indipendente. Nella stessa ottica abbiamo acquistato i cascinali, che oggi versano in uno stato di abbandono, collocati proprio lungo via di Gretaglia, con l’obiettivo, tramite il bando del progetto Abitare a cui abbiamo partecipato (chiedendo un finanziamento di 400mila euro) di andare a recuperare e a riqualificare queste strutture per trasformarle in spazi di incontro e di socializzazione a servizio della frazione”.

I lavori nel dettaglio

I lavori al palazzetto sono cominciati a gennaio 2020. Sono presenti gli spogliatoi (per gli atleti e per i giudici di gara/istruttori), i servizi igienici per l’infermeria e per il pubblico, tutti  completamente accessibili, e le tribune, capaci di accogliere fino a 130 persone. La struttura è regolamentare per la pallavolo e sono state eseguite le segnature anche per basket e calcetto.

L’area esterna

L’intervento prevede, considerata la peculiarità dell’area e la centralità della frazione, la riqualificazione, il recupero e la riorganizzazione degli spazi di proprietà comunale (cascinali) collocati su via di Gretaglia, per attrezzature ludico ricreative, al fine di creare nuovi spazi ed edifici da destinare ai fruitori dell’area, di tutte le fasce di età. Gli immobili, una volta riqualificati, saranno destinati all’incontro e alla socializzazione di studenti e cittadini, oltre a garantire i servizi medico assistenziali e un presidio medico per il territorio. La volontà è di realizzare qui anche uno spazio aggregativo e di somministrazione. Intorno sorgerà il parcheggio del palazzetto (indipendente da quello della scuola media) e un parco pubblico a disposizione della frazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.