Quantcast

Mancanza di medici in Valle del Serchio, Fantozzi (Fdi): “La Asl sapeva e non ha agito in tempo”

Il consigliere regionale di Fratelli d'Italia presenta un'interrogazione sul tema

“Regione e Asl come pensano di risolvere la mancanza della guardia medica notturna nella Valle del Serchio?”. A chiederselo è il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Vittorio Fantozzi, che, su segnalazione del consigliere di maggioranza di Castiglione Garfagnana Roberto Tamagnini, presenterà un’interrogazione alla giunta regionale.

“Varie sedi della guardia medica notturna, o continuità assistenziale, nella Valle del Serchio sono ad oggi scoperte, la Regione come pensa di risolvere questo problema che riguarda le sedi di Piazza al Serchio, Castelnuovo, Gallicano, Coreglia, Barga, Bagni di Lucca? – prosegue il consigliere -. Una mancanza che va a sommarsi ai tagli che, progressivamente, sono stati effettuati alla sanità di quei territori nei presidi ospedalieri così come nei servizi territoriali”.

“Il ruolo della guardia medica notturna è poco ambito e scarsamente retribuito e quindi molti medici scelgono incarichi migliori come, ad esempio nelle Usca, le Unità speciali di continuità assistenziale, oppure tra i medici vaccinali – conclude Fantozzi -. Tra l’altro, il medico che dà la disdetta dalla guardia medica lo comunica con 60 giorni di anticipo, questo significa che Asl e Regione erano da almeno due mesi a conoscenza del problema che si sarebbe verificato in Valle del Serchio, un problema tale da non riuscire a coprire i turni nelle varie sedi di guardia medica. Quindi, perché non si è intervenuti per cercare di limitare questo grave disservizio? Soprattutto in vista della stagione estiva, dove tali territori vedono moltiplicare le presenze con l’arrivo di turisti e proprietari di seconde case. Il servizio di guardia medica notturno è fondamentale perché il territorio è vasto e caratterizzato da frazioni e località montane”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.