Quantcast

Il ricordo di Paolo Rossi nelle parole della moglie: commozione e affetto al Teatro di Verzura foto

Federica Cappelletti a cuore aperto nell'appuntamento di 'Voci di donne'. In nome di Pablito una Scuola Calcio e un reparto per i familiari dei pazienti oncologici

Una serata di grandi emozioni quella di ieri sera (23 agosto) al Teatro di Verzura, in occasione della presentazione del libro Quanto dura un attimo scritto da Federica Cappelletti moglie del compianto Paolo Rossi, indimenticabile campione prima mito poi leggenda del calcio italiano.

L’incontro che si inserisce nel ciclo Voci di donna della commissione pari opportunità del Comune di Borgo a Mozzano è stato mediato dal sindaco Patrizio Andreuccetti, dalla vicesindaca Roberta Motroni e dal giornalista Marco Nicoli.

“Paolo Rossi – ha affermato Nicoli – è una presenza che ha attraversato ed affascinato generazioni anche molto differenti tra loro”.  Federica Cappelletti ha risposto con commozione ma altresì con puntualità a ciascuna delle domande rivoltale durante la serata.

Andreuccetti ha posto immediatamente l’accento sul vissuto del Pablito nazionale nei mesi precedenti al mondiale del 1982, momento spartiacque della sua carriera calcistica, ed indelebile per l’immaginario collettivo:  “Paolo in quel momento – ha proseguito Federica – era tormentato dalla vicenda del calcio scommesse. L’unico ad aver sempre creduto in lui è stato Enzo Bearzot che è stato come un secondo padre. Da quel mondiale nacque inoltre una bellissima ed imperitura amicizia con tutta la formazione italiana, in particolare con Marco Tardelli ed Antonio Cabrini che gli sono sempre stati accanto”.

La vicesindaca Motroni sottolinea due importanti iniziative intraprese da Federica Cappelletti nel ricordo del marito Paolo:  “La prima è la Paolo Rossi Academy, una realtà sportiva e formativa in procinto di diventare federale, destinata ragazzi con la passione per il calcio, provenienti da tutto il mondo. L’altra è la creazione di un reparto dedicato ai familiari di pazienti oncologici affinché sia data a tutti la stessa possibilità che è stata concessa a me di assistere Paolo fino alla fine”.

Nel pomeriggio Federica Cappelletti, insieme alle figlie, aveva assistito al campo sportivo Parisotto all’allenamento degli Allievi 2006 e 2007 dell’Asd Valle di Ottavo: un’occasione di confronto e scambio per i giovani aspiranti campioni che hanno potuto scoprire qualcosa in più su Paolo Rossi e sul suo percorso di crescita come calciatore.

Federica Cappelletti moglie Paolo Rossi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.