Quantcast

Statale del Brennero, incontro dal prefetto: a novembre il ripristino della viabilità

Stanziati finanziamenti e messi a punto i nuovi lavori. Andreuccetti: "Abbiamo chiesto anche azioni sul fiume per agire sulla sicurezza di tutta la zona"

Questa mattina (21 settembre) si è svolto un incontro alla Prefettura di Lucca per fare il punto sullo stato dei lavori sulla strada statale 12 dell’Abetone e del Brennero nel comune di Borgo a Mozzano (dal chilometro 44,100 ed al chilometro 46,500) in provincia di Lucca, chiusa per il cedimento del corpo stradale causato dalla piena del fiume Serchio e seguito da due ulteriori eventi franosi che hanno riversato complessivamente sul piano viabile circa seimila metri cubi di materiale roccioso.

All’incontro presieduto dal Prefetto di Lucca Francesco Esposito hanno partecipato i dirigenti della struttura territoriale di Anas, i sindaci di Borgo a Mozzano, Bagni di Lucca e l’assessore ai lavori pubblici della Regione Toscana Stefano Baccelli. 

“Sull’intero tratto della statale 12 – scrive Anas – sono in corso investimenti per circa 15 milioni di euro, di cui 5 milioni per gli interventi di protezione dei versanti rocciosi per caduta massi e ripristino del corpo stradale, 5 milioni per interventi di nuova pavimentazione ed infine 5 milioni di euro per interventi, in corso di progettazione, relativi alla prevenzione dei dissesti idrogeologici”.

“Abbiamo affrontato, prevalentemente, cinque questioni – spiega il sindaco Andreuccetti, presente questa mattina all’incontro – I lavori al semaforo sono rimasti fermi per alcune settimane a causa della mancanza di disponibilità di materiali, in particolare dell’acciaio (situazione che nel paese Italia si sta verificando per più questioni ed a vari livelli), ma già stamattina sono ripresi e saranno terminati, con il ripristino della viabilità normale, entro la fine del mese di novembre. L’investimento complessivo, lato monte, che Anas ha messo in campo, è di circa 2,5 milioni di euro. Dopo l’intervento di ripristino della frana lato fiume, Anas si era attivata per reperire un finanziamento, di circa 5 milioni di euro, per realizzare una scogliera protettiva dal chilometro 40 al chilometro 44. Tale intervento è stato finanziato e progettato e sarà concretamente realizzato nella primavera prossima”.

“L’ingegnere capo di Anas – prosegue il sindaco – ci ha confermato l’imminente inizio dei lavori per il nuovo ingresso ad Anchiano. Un intervento da circa 600mila euro che la nostra comunità attende da decenni. Per noi è un risultato storico. Sempre Anas ci ha comunicato di aver pronto un investimento di 5 milioni circa per interventi di asfalto sul manto stradale nel tratto della statale da Lucca fino alla nostra Valle del Serchio. Abbiamo chiesto anche azioni sul fiume, coinvolgendo gli enti competenti, per agire sulla sicurezza complessiva di tutta la zona”.

“Ringrazio tutti i partecipanti al tavolo – conclude Andreuccetti – perché, finalmente, possiamo dire che sia concretezza attuale che investimenti futuri sono stati confermati. Come sempre, vigileremo con attenzione su tutto, nella condivisione e per la massima tutela dei nostri cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.