Quantcast

Ponte della Tambura chiuso da quasi due anni, i lavori di messa in sicurezza partiranno a fine primavera

Il consigliere provinciale Andrea Carrari: "La sicurezza stradale resta uno degli obiettivi prioritari dell’amministrazione"

Ultimi step prima dell’affidamento dei lavori al ponte della Tambura, la cui partenza è prevista per la tarda primavera. La provincia di Lucca, infatti, procede speditamente verso l’esecuzione dei lavori che riguarderanno l’infrastruttura, progettata a suo tempo dall’ingegner Morandi.

Il ponte della Tambura – chiuso al transito dall’aprile 2020 – si trova sulla sp50 di Vagli ed è compreso tra quelle opere pubbliche a cui la Provincia aveva dedicato particolare attenzione, effettuando delle specifiche verifiche tecniche, finalizzate alla realizzazione di un progetto di messa in sicurezza definitivo.

Scuola e viabilità: pioggia di interventi in Valle. Oltre 2 milioni per mettere in sicurezza il ponte della Tambura

“La sicurezza stradale – spiega il consigliere provinciale Andrea Carrari – resta uno degli obiettivi prioritari dell’amministrazione provinciale: per questa ragione abbiamo ritenuto opportuno, a fronte dello stato in cui versa il Ponte, effettuare delle opere radicali, che offrano garanzia di tranquillità per chi dovrà riutilizzare la struttura per lavoro o perché abita in queste zone montane. Ed è per tale ragione che, nel piano triennale dei lavori, l’amministrazione provinciale ha deciso lo stanziamento di 2,3 milioni di euro sulle annualità 2022 e 2023. Credo che siano questi interventi quelli che vanno a qualificare un territorio in maniera sostanziale e lo proiettino nel futuro”.

Andrea Carrari

Il ponte della Tambura, a seguito delle verifiche tecniche sull’impalcato, ha evidenziato forti criticità per quanto riguarda la tenuta e, pertanto, è stato approntato un progetto che prevede l’adeguamento del ponte, attraverso il totale rinnovo dell’impalcato.

L’intervento sarà realizzato mediante l’installazione di cassoni in acciaio e soletta superiore in cemento armato, per una larghezza di 11 metri, organizzati con due corsie ai lati protette, della larghezza di un metro e mezzo e una parte centrale per il transito dei veicoli, larga 9,50 metri, conforme, quindi, con quelle che sono le normative di una carreggiata di categoria F2 e, cioè, ‘locale ambito extraurbano’.

Attualmente la Provincia ha approvato il progetto definitivo ed è in fase di redazione il progetto esecutivo da parte dell’ufficio tecnico di Palazzo Ducale: una volta adempiuto a questo passaggio si potrà procedere all’approvazione di questo atto e passare, quindi, alla successiva gara di appalto dei lavori. Si prevede, pertanto, che le opere di messa in sicurezza del Ponte abbiano inizio nella tarda primavera di quest’anno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.