Quantcast

Barga, approvato il bilancio di previsione: confermate le tariffe

In programma un piano opere da oltre 9 milioni

È stato approvato lunedì (24 gennaio), il bilancio di previsione 2022 del comune di Barga. A presentarlo al consiglio comunale il vice-sindaco e assessore al bilancio, Vittorio Salotti.

“Il documento del bilancio preventivo – come ha tenuto a sottolineare Salotti -, è stato ampiamente approvato nei termini previsti, entro la scadenza del prossimo 31 marzo: un risultato utile per essere pronti già dai primi mesi dell’anno a rispondere rapidamente e con i giusti mezzi alle esigenze, sempre crescenti, del territorio. Abbiamo garantito – continua Salotti – il mantenimento del medesimo livello di servizi su tutti i settori, dai servizi sociali alle politiche educative, cultura, turismo, urbanistica, commercio e ambiente, con particolare attenzione per manutenzioni e decoro urbano, oltre ad un ricco ed articolato programma di lavori pubblici, per una spesa complessiva di oltre 9 milioni di euro. Visto il periodo storico che stiamo vivendo, di profonda crisi, sia sanitaria che economica, con il sindaco e la giunta crediamo che un bilancio che garantisce il mantenimento del livello di tutti i servizi sia un ottimo risultato. Tuttavia siamo ogni giorno al lavoro, assieme agli uffici che ringrazio per il costante impegno e la grande competenza”.

L’impegno dell’amministrazione comunale si concretizza infatti nel far rimanere invariato l’impianto tariffario non solo per Imu, Irpef e canone unico patrimoniale (ex Tosap ed imposta comunale sulla pubblicità), ma anche per le spese che le famiglie dovranno sostenere per buoni mensa, trasporto scolastico e rette asilo nido; servizi per i quali il comune continua a sostenere oltre il 50% della spesa con un costo totale a carico del bilancio comunale, al netto di contributi ed entrate dai cittadini, di oltre 400.000 euro. Attenzione anche per il sociale, con un incremento di spesa rispetto al bilancio consuntivo del 2021. Riconfermato anche il fondo straordinario anticrisi di 5000 euro a sostegno dei lavoratori in contratto di solidarietà o coinvolti in crisi aziendali, per finanziare i costi di tari, rette e servizi scolastici.

Il comune di Barga ha inoltre partecipato ad un bando regionale per l’acquisto di alloggi da privati da destinare ad Erp, siti nella frazione di Mologno. L’istanza è stata finanziata dalla regione Toscana ed il consiglio comunale ha già approvato l’acquisto di tali alloggi che saranno disponibili per l’assegnazione entro il 2022.

Nel settore cultura e turismo il 2022 prevede un incremento di spesa di 20mila euro rispetto al bilancio di previsione dello scorso anno, dovuto alla riapertura del teatro dei Differenti per la stagione di prosa e non solo. Altro aspetto da sottolineare l’impegno di risorse per l’area assetto del territorio, nel 2022 sono previsti infatti incarichi professionali per la redazione del nuovo regolamento urbanistico per 20.000 euro.

Per il settore lavori pubblici, relativamente ad alcune voci di spesa come la manutenzione delle scuole, edifici pubblici, manutenzione dei cimiteri, parchi giardini e soprattutto viabilità, sono confermate per il 2022 le risorse del bilancio di previsione 2021 per oltre 265.000,00 euro. Per quanto riguarda le imposte, Salotti ha evidenziato inoltre la conferma delle esenzioni ed agevolazioni del nuovo canone unico patrimoniale, fra le quali l’esonero totale per tutti gli enti ed associazioni no-profit e la riduzione del 60% sull’occupazione del suolo pubblico nell’esercizio di attività per l’edilizia, questo per incentivare la riqualificazione urbana. Inoltre, con riferimento alla Tari, sono confermate per il 2022 tutte le agevolazioni in essere per le utenze non domestiche (ad esempio la riduzione del 15% sulla quota variabile del tributo per gli esercizi commerciali aderenti al banco del non spreco, la riduzione del 50% sulla quota variabile alle utenze relative a locali ed esercizi commerciali ubicati nel centro storico di Barga e di Fornaci di Barga “Fornaci Vecchia”) ed è stato previsto, questa una novità per il bilancio di quest’anno, che le utenze non domestiche riferibili a esercizi di vicinato che apriranno o amplieranno la propria attività con l’utilizzo di nuovi fondi commerciali negli anni 2022 e 2023 vedranno riconosciuta, al fine di incentivare la ripresa economica e turistica, una riduzione del 50% della quota variabile del tributo sia per l’anno di apertura che per i due anni successivi. Sono altresì rivalutati i tetti di reddito con i quali si possono applicare esoneri e riduzioni alle utenze domestiche rimarcando così attenzione verso le famiglie più fragili.

Sul versante scuola, i buoni mensa per l’anno scolastico 2021/2022 restano invariati nel costo da oltre 10 anni e vengono confermate anche le fasce di esenzione e compartecipazione già previste. Il costo a carico del bilancio 2022 del comune, per il servizio di mensa scolastica, al netto degli incassi per la quota di compartecipazione e per effetto delle esenzioni di cui sopra, ammonta ad euro 143.000,00, ovvero il 47% del costo complessivo. Il Comune ha confermato anche le tariffe di trasporto scolastico, invariate anch’esse da oltre 10 anni. La quota mensile che gli utenti dovranno corrispondere all’amministrazione comunale per il servizio di trasporto scolastico rimane fissato a 17 euro. Confermato quindi il consueto impegno dell’amministrazione comunale a sostenere la quasi totalità del costo dei trasporti per il servizio scuola, con un importo a carico del bilancio comunale 2022 di euro 168.000,00.

Infine, confermate anche le rette e le riduzioni previste per i bambini ospitati all’asilo Nndo “Gonnella” con in particolare la retta di 280 euro per orario intero, 230 euro per orario ridotto al 50% e costo pasto a 5 euro. Rivalutata di oltre il 5% ad 5.000,00 euro la soglia Isee per l’esenzione dalla retta del servizio (si segnala che, pur trattandosi di un limite basso, nel 2020 e nel 2021 4 bambini hanno usufruito dell’esenzione totale per il servizio di asilo nido). Per la gestione nido risulta a carico del bilancio comunale 2022, al netto del contributo regionale e delle rette corrisposte dagli utenti, la somma di 86.000,00 euro, ovvero circa il 48% della spesa.

Inoltre il bilancio riesce a garantire le risorse necessarie a finanziare importanti opere pubbliche, presentate nel dettaglio dall’assessore ai lavori pubblici Pietro Onesti. In pratica oltre 4 milioni di euro di finanziamenti divisi in vari progetti. Fra questi di particolare interesse il progetto Pinqua che prevede la riqualificazione e rifunzionalizzazione della palestra ex scuola elementare Fornaci di Barga I Lotto per euro 360mila euro e la rifunzionalizzazione di palazzo Giannetti per complessivi euro 1.320.000,00 finanziato interamente con contributi statali; interventi di riqualificazione sociale e culturale aree urbane degradate, finanziate da contributi statale euro 1.138.000; ex cinema e abitazione Ponte all’Ania e sistemazione area esterna al cimitero di Loppia; la riqualificazione museo civico del territorio di Barga per 136.946,00 euro.

Sono poi oltre 5 milioni di euro i finanziamenti richiesti dall’amministrazione comunale auspica di ottenere da destinare ad altri interventi sul territorio. Altre risorse importanti son quelle derivanti dai mutui per poco più di 500.000 euro. Per le scuole circa 220.000 euro di mutuo a fronte di investimenti per 684.000 euro, che riguardano prevalentemente l’efficientamento energetico di diversi plessi e l’adeguamento del centro cottura in Fornaci di Barga. Interventi anche sull’edilizia sportiva complessivamente per 180.000 euro per completamento piscina comunale, palazzetto dello sport e muro del campo sportivo di Barga. Altri mutui anche per nuove asfaltature e per la sicurezza stradale.

“Un bilancio – sottolinea anche la sindaca, Caterina Campani – che tiene conto di questo particolare momento e che presta attenzione non solo agli investimenti in opere pubbliche, ma anche alla salvaguardia delle famiglie più in difficoltà, delle attività commerciali, del rilancio turistico, del sociale e della scuola”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.