Quantcast

Ghivizzano, il nuovo stadio torna nella disponibilità del Comune

Pronto l'esordio del Ghiviborgo sul nuovo campo contro la Bagnolese. Ancora da definite la causa contro l'Ati che aveva vinto l'appalto per i lavori

Lo stadio di Ghivizzano torna, finalmente, nella piena disponibilità del Comune di Coreglia. Questa la buona notizia contenuta nella delibera approvata dalla giunta Remaschi, con la quale l’amministrazione comunale mette un primo punto fermo a una vicenda annosa e intricata che si protrae da tempo.

Il nuovo stadio è finalmente pronto a spalancare le porte al Ghiviborgo: il campo (manca solo un intervento per la copertura delle tribune) è pronto e sabato (12 febbraio) verrà inaugurato dai ragazzi della juniores. Domenica (13 febbraio), invece, sarà la volta della prima squadra che affronterà la Bagnolese alle 14,30. In palio anche un premio dalla società per il primo marcatore colchoneros nella nuoca casa a Ghivizzano.

Uno spazio sportivo versatile, che potrà diventare luogo di aggregazione per la cittadinanza, dove organizzare iniziative ed eventi e dove attrarre e formare, dal punto di vista sportivo, bambini e ragazzi dai 5 anni in su.

“Abbiamo ereditato una situazione gestita male – spiega il sindaco Marco Remaschi – Una volta insediati ci siamo subito messi al lavoro e dopo 15 mesi arriviamo a un primo importante risultato: l’impianto torna nella disponibilità del Comune e quindi questo significa che da ora in avanti possiamo disporne per iniziative culturali ed eventi sportivi. Finalmente abbiamo mosso i passi giusti per tornare a utilizzare lo stadio di Ghivizzano, che non sarà solo a disposizione di Coreglia, ma diventerà un polo sportivo e aggregativo a tutti gli effetti per la Valle del Serchio: la struttura, infatti, è stata collaudata e ha superato tutti i test ed è pienamente funzionale”.

È ancora in fase di definizione la causa civile tra Comune e l’associazione temporanea d’impresa che aveva vinto la gara d’appalto per l’esecuzione dei lavori: una situazione che richiederà il suo tempo per fare le opportune verifiche e arrivare alla definitiva risoluzione.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.