Dalle riqualificazioni di borghi alla valorizzazione di strutture storiche: ecco il piano per investire 3 milioni di fondi Pnrr

Fabbriche di Vergemoli, Villa Basilica e Camporgiano al lavoro sui progetti

Fabbriche di Vergemoli, Camporgiano e Villa Basilica si preparano a veder mutato il loro volto grazie all’arrivo di quasi 3 milioni di euro dai fondi Pnrr per le riqualificazioni.

I progetti che vedranno la luce grazie al finanziamento ricevuto dai tre comuni che si sono associati con l’obiettivo comune di riqualificare i borghi ed evitare il loro spopolamento sono stati al centro di un confronto cui hanno partecipato i rappresentanti delle tre amministrazioni. L’incontro è presentato dal sindaco di Fabbriche Michele Giannini che ha festeggiato la riuscita del bando grazie a cui saranno erogati in totale circa 3 milioni di euro legati alla riqualificazione di questi tre comuni che rappresentano tre zone cruciali della provincia di Lucca.

Giannini ha spiegato che nel suo comune “i lavori saranno focalizzati nella zona di Fornovolasco per il recupero del reparto di fusione del ferro e riqualificazione delle grotte presenti nella zona. Sarà allestito anche un albergo della comunità e con potenziamento dell’ostello grazie alle associazioni territoriali. Nel territorio di Vergemoli si darà spazio allo spettacolo con la collaborazione Paolo Ruffini pluriennale che è cittadino onorario di Fabbriche”

Poi è intervenuto il sindaco di Camporgiano Francesco Pifferi che si è concentrato sull’attrattività dei borghi e della cultura territorial: “Con il bando daremo forte attenzione all’acqua prevendendo la riqualificazione dei torrenti della zona e parte del Lago di Pontecosi“, chiedendo anche il coinvolgimento dei privati.

Tutti e tre i comuni coinvolti avranno una casa dell’identità, ovvero piccoli archivi storici dei territori, il cervello storico del territorio con l’obiettivo di alimentare l’identità territoriale verso le nuove generazione del territorio.

L’obiettivo comune è infatti quello di frenare lo spopolamento di questi territorio.  Importante per il paesino dell’alta Garfagnana sarà la ristrutturazione del Museo della rocca 1400 legata mondo Estense e casa della comunità legata ai tre comuni, incubatore di risorse legata all’agroalimentare.

Per Villa Basilica il vice sindaco Giordano Ballini ha spiegato che il Comune punterà al recupero della prima cartiera della zona che produceva una volta carta paglia come prima forma di imballaggio dei prodotti (Cartiera monumento Nardi). In un secondo momento l’obbiettivo di creare una struttura museale per alimentare la conoscenza storica del territorio.

Dopo la Casa dell’Identità i tre comuni partiranno con il progetto Obiettivo case a un euro per la salvaguardia dei paesi e dei plessi scolastici

“La Garfagnana – ha detto Michele Giannini – vive di cultura, obiettivo principale è l’aumento demografico e lavorativo”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.