Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Troppi contagi da Covid, Pistoia e tutta la provincia restano zona rossa per un’altra settimana

L'annuncio del sindaco Tomasi: "Chiuse le scuole di ogni ordine e grado. Chiusi anche parrucchieri, barbieri e centri estetici"

Pistoia, e tutta la provincia, resta zona rossa. Lo ha annunciato su Facebook il sindaco Alessandro Tomasi

“È appena finita la riunione di tutti i sindaci della Provincia con il presidente della Regione – spiega il primo cittadino – I dati provinciali sono sempre superiori alla soglia settimanale di 250/100mila abitanti. Il tasso aggiornato è di 338. Vista la situazione, Giani ha comunicato che prorogherà l’ordinanza regionale in vigore. Significa che tutti i Comuni della provincia, quindi anche Pistoia, resteranno in zona rossa fino a venerdì prossimo compreso”.

“Per effetto del nuovo dpcm in vigore dal 6 marzo, ed essendo in zona rossa – prosegue il sindaco da sabato (6 marzo) è sospesa l’attività in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado (resta la possibilità in presenza per alunni con disabilità e bisogni educativi speciali). A differenza di quanto avveniva finora in zona rossa, per effetto del nuovo dpcm firmato dal presidente del consiglio, dal 6 marzo sono chiusi anche parrucchieri, barbieri e centri estetici, oltre alle attività per le quali era già prevista la chiusura. Sono consentiti gli spostamenti solo per lavoro, necessità o salute. Per assistenza alle persone è sempre consentito lo spostamento”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.