Menu
RSS

Andreuccetti: “Ha vinto un progetto di lunga veduta”

andreuccettifestaelPatrizio Andreuccetti ce l'ha fatta nella sua Borgo a Mozzano. Un successo netto contro Elena Ghiloni, assessore uscente della giunta di Francesco Poggi. E il centrosinistra "renziano" conquista un'altra roccaforte in Mediavalle.
Grande la soddisfazione del vincitore: "Oggi è un gran giorno - dice - abbiamo vinto in un modo così netto da essere inaspettato. Questa è prima di tutto la vittoria di chi ha creduto in un progetto di lunga veduta, nato una manciata di mesi fa contro tutti i favori del pronostico. Abbiamo incontrato ostacoli di ogni genere sul nostro cammino, ma non ci siamo mai fatti intimorire: siamo andati tra la gente fin dal primo giorno e la gente ha risposto, dimostrando di voler sposare il nostro progetto. Cosa farò adesso? In questo preciso istante c'è solo da festeggiare: questi meravigliosi elettori se lo meritano”.

Leggi tutto...

Maurizio Verona è il nuovo sindaco di Stazzema

E'il vicesindaco uscente, presidente dell'Unione dei Comuni della Versilia, Maurizio Verona, il nuovo primo cittadino di Stazzema. Succede, con un plebiscito, a Michele Silicani, in piena continuità con il passato. Risultato mai in bilico e consiglio largamente composto dagli esponenti di maggioranza.

STAZZEMA
Gian Piero Lorenzoni 19.56% (350)
LUCE A STAZZEMA: Irene Barsi 12, Simone Bartellotti 23, Simona Cardini 8, Federica Canci 18, Roberto Cecconi 8, Patrizio Mattei 18, Federico Poli 15, Giuseppe Poli 28, Simone Rossi 18, Manuele Salvatori 1, Marina Staccioli 10, Baldino Stagi 57

Maurizio Verona 80,43% (1439)
IMPEGNO PER STAZZEMA: Alessio Tovani 103, Annalisa Barsi, Luca Salvatori, Caterina Lorenzoni 94, Fabio Guarino, Fabio Poli 192, Massimiliano Bazzichi 137, Egidio Pelagatti 224, Serena Vincenti 97, Chiara Occhipinti, Emanuela Olobardi 72, Marco Viviani 179.

In neretto i consiglieri eletti

Leggi tutto...

Pd perde Gallicano, ma è trionfo Tagliasacchi

davidsaisiLa vera sorpresa delle elezioni amministrative 2014 in Garfagnana è la vittoria di David Saisi, della lista civica Gallicano C'è, alle elezioni di Gallicano, per uno scarto di 95 voti su Italo Burrelli del centrosinistra classico. Distanziato Daniele Venturini di Gallicano concreta e solidale.
Per il resto tante conferme e un grande rientro come quello di Andrea Tagliasacchi, che per i prossimi cinque anni farà il sindaco di Castelnuovo. "Saranno cinque anni di impegno e di lavoro. Grazie a tutti i cittadini", questo il laconico commento del neoeletto sindaco. E stasera alle 20 festa sotto le Logge per salutare il nuovo primo cittadino.

Le foto della festa sotto le Logge a Castelnuovo


A Castiglione il sindaco è stato eletto per un solo voto di scarto, poi da segnalare i successi scontati di Pifferi, Poli e Mariani nei Comuni dove erano unici candidati come Camporgiano, Minucciano e San Romano Garfagnana. A Careggine vince il sindaco uscente Mario Puppa e fa tris così come Mario Puglia a Vagli di Sotto. Dorino Tamagnini fa sua Villa Collemandina mentre Roberto Pagani è sindaco di Sillano, Giovanni Gregori di Giuncugnano. Il plebiscito è a Molazzana dove Rino Simonetti sfonda quota 90 per cento.

Leggi tutto...

Montecarlo sceglie la continuità: Fantozzi riconfermato

vittoriofantozziconfermatoMontecarlo sceglie la continuità. Per questo premia Vittorio Fantozzi, sindaco uscente e rieletto con la lista di centrodestra Per Montecarlo. L'esito dello scrutinio ormai è definitivo. E decreta la vittoria schiacciante di Fantozzi, che sfiora il 70% delle preferenze, arrivano al 69,03% con 1.808 voti. Notevole il distacco che lo separa dal candidato del centrosinistra Massimo Bernardini che si ferma al 26,04%. Il candidato della lista civica Alessandro Bernardi non sfonda il 5%, e raggiunge soltanto il 4,93%, con soli 129 voti: una percentuale troppo bassa, tanto che non entrerà nemmeno lui in consiglio comunale. Non appena i dati sono stati chiari, Fantozzi ha raggiunto il Comune e il suo comitato elettorale, in auto accompagnato dal suo cane. “Faccio un ringraziamento a tutti i montecarlesi - dice a caldo Fantozzi - e ai candidati che ci hanno messo la faccia. E’ stata una campagna moderata nei toni. Ci ripaga di un grande impegno, che paga la nostra progettazione per i prossimi 5 anni. Da domani ci impegniamo ad essere subito all'opera per la comunità. È la vittoria di una squadra - prosegue -, con il sottoscritto a cui hanno fatto più volte il funerale politico. È stata premiata la concretezza e la continuità. In questa competizione hanno perso solo coloro che hanno avuto una bassa considerazione dell'intelligenza dei propri concittadini. Da domattina a lavoro per Montecarlo. Il mio primo intervento sarà quello di rafforzare il rapporto dello sportello del lavoro con il centro per l'impiego. E' una vittoria - ha aggiunto Fantozzi - dedicata a tutta la cittadinanza di Montecarlo che ancora una volta ha dimostrato come per il voto alle amministrative vengano privilegiate la serietà, le idee e la concretezza. Ancora una volta l'intelligenza dei cittadini è superiore a quella di alcuni che intenderebbero amministrarli”.
Fair play da parte del candidato Bernardini, che accetta la sconfitta: “Ho già fatto di persona le mie congratulazioni a Fantozzi - dice -, augurandogli buon lavoro per i prossimi cinque anni. Questo è stato un responso elettorale di cui prendo atto e che rispetto. Svolgerò il mio ruolo all'opposizione insieme agli altri consiglieri con assoluta serietà”.
A Villa Basilica, invece, è terzo mandato per Giordano Ballini che sconfigge nettamente Ansaldi e Bernardi, sfidanti della tornata elettorale.

Leggi tutto...

Barga, Bonini vince sfida con Sereni. Giannini a Fabbriche

boninieletto.jpgOcchi puntati sui futuri assetti dei comuni che rinnovano sindaco e consiglio comunale in Valle del Serchio. Il dato più eclatante è il successo netto a Borgo a Mozzano di Patrizio Andreuccetti (Missione Domani), segretario territoriale del Pd con il 49,02% dei voti su Andare Oltre (40,88%) di Elena Ghiloni e Borgo in Movimento che esordisce con un lusinghiero 10,08%.
Tra i primi dati ad arrivare c'è quello relativo al neonato comune di Fabbriche di Vergemoli. Qui la sfida è stata vinta da Michele Giannini, ex sindaco di Vergemoli (commissariato dal gennaio scorso per la fusione con Fabbriche), che con oltre il 56% delle preferenze ha battuto il candidato Nicola Boggi della lista Costruiamo il Futuro.  Ormai definitivo il responso delle urne a Barga, che sceglie la continuità con Marco Bonini, candidato del centrosinistra che stravince con il 68,4% dei voti (Leggi l'intervista al sindaco di Barga). Non riesce il “colpaccio” allo sfidante Umberto Sereni, che si è messo a capo di una lista civica, aprendo anche ad alcuni elementi del centrodestra. Una scelta che non ha premiato l'ex sindaco, che esce con le ossa rotte dalla sfida elettorale, fermandosi al 31,6%.
“In democrazia - sottolinea Sereni - il responso delle urne è sovrano e va sempre accolto con grande rispetto. Certo questo non è il responso che mi aspettavo. Ero convinto non di vincere, ma di fare un risultato migliore. Di andare assai vicino a Bonini. Quindi c’è una delusione consistente e anche amara per questo risultato. Mi sono lasciato prendere dalla voce del cuore. Mi sono buttato in una battaglia sapendo che questa battaglia era impossibile a vincere, ma l’ho fatto perché sentivo il dovere di farlo per l’onore e la dignità di questo comune. Speravo che questo  potesse essere raccolto e condiviso dalla gente. Alla fine dunque, io mi sento in pace con la mia coscienza. Ma non so se tutti i cittadini del comune di Barga che non mi hanno votato, pur manifestandomi la loro simpatia, siano ugualmente in pace. Ringrazio i miei collaboratori per la passione e la generosità che hanno messo perché anche loro sapevano che era una partita impossibile, però ci si sono buttati; hanno fatto una esperienza democratica che serve sempre, serve a crescere e serve a maturare. Posso dire che in questo mese abbiamo fatto un’esperienza di vita democratica valida sempre per la comunità. La mia opposizione ora sarà alla Sereni. E quindi posso dire che quella di oggi, se tanto mi da tanto, potrebbe essere una vittoria di Pirro. La mia infatti sarà una opposizione intelligente, come deve essere un’opposizione, avendo sempre di mira il bene comune, ma appunto lavorando perché certe scelte,  se si considerano sbagliate, non siano prese. Riguardo alla vittoria del mio avversario aggiungo che la lista Bonini ha avuto una grande affermazione; diciamo che nelle condizioni in cui era impossibile che non l’avesse. La sua era una vera corrazzata. Però una bella affermazione l’ha avuta. E la soddisfazione di sconfiggere il Sereni a Barga - conclude - io non l’ho concessa a molti. Bonini se l’è presa. Ne faccia caso”.
Vittoria netta a Pescaglia del candidato del centrosinistra Andrea Bonfanti, che supera Sandra Paoli, già componente dell'amministrazione Baldassari.

Leggi tutto...

Altri cinque anni da sindaco per Franco Mungai a Massarosa

francomungai.jpgNetta affermazione a Massarosa del sindaco uscente Franco Mungai che sbaraglia la concorrenza e supera il 65% delle preferenze, evitando così il bhallottaggio. Alle spalle l'esponente del centrodestra Nicola Montalto ma anche il grillino Marsili e Coluccini, esponente della lista civica con il suo nome. Fra i parttit volano Pd (vicino al 40%) e Noi per Massarosa, secondo partito della coalizione. Al terzo posto ma distaccato c'è Forza Italia che supera di due punti percentuali Sinistra Comune.

I dati del candidato sindaco
Pier Alberto Coluccini 5,52% (685)
Samuele Marsili 10,15% (1260)
Nicola Montalto 19,20% (2382)
Franco Mungai - sindaco eletto 65,11% (8077)

Leggi tutto...

Capannori, exploit di Menesini. Ecco il nuovo Consiglio

image-15La prima bottiglia di spumante al comitato per Luca Menesini sindaco si stappa già nel primo pomeriggio. Gli arancioni, infatti, possono cominciare la festa molto prima dei risultati definitivi, da quando cioé i voti per il candidato del centrosinistra cominciano ad assestarsi tra il 57 e il 58% quando sono soltanto poco più di 20 sezioni scrutinate: il risultato definitivo a 52 sezioni scrutinate cambia di poco le carte in tavola: con 13.830 preferenze il candidato del centrosinistra raggiunge il 57,18%, vincendo al primo turno e spazzando via ogni ipotesi di ballottaggio. Un risultato storico per Capannori, che Menesini definisce strabiliante. Arriva attorno alle 16,30 al comitato elettorale, con in braccio Dodò, il più piccolo dei suoi tre figli, accolto da applausi. “Sono onorato per questi numeri – afferma -. La gente ha votato le nostre proposte, certa che ora diventeranno azione amministrativa. In questi anni abbiamo lavorato con grande senso di responsabilità e il risultato di oggi dimostra che siamo riusciti a cambiare Capannori e vogliamo continuare a farlo, con risposte concrete alle esigenze dei cittadini”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter

suzuki720aprile