Menu
RSS

Capannori, l'assessore Pizza: "Avvisi di accertamento Ici per 2008 e 2009 sono validi"

Gli avvisi di accertamento Ici per il 2008 e il 2009 relativi agli immobili non dichiarati come pertinenze sono stati emessi dal Comune a norma di legge e secondo il regolamento e sono quindi validi.
Lo afferma il vice sindaco, Lara Pizza, che spiega: "Le sentenze della Commissione tributaria provinciale e della Commissione tributaria regionale citate dal Movimento 5 Stelle riguardano un caso specifico ed è errato, oltre che demagogico, far credere che interessino tutti i contribuenti che hanno ricevuto l'avviso. Siamo certi della correttezza del nostro operato, tanto che abbiamo presentato ricorso contro queste sentenze in Cassazione, ed il procedimento è ancora in corso. Esistono inoltre sentenze di primo grado favorevoli al Comune riguardanti casi di assimilazione all'abitazione principale non dichiarati come tali ai fini agevolativi. Mi preme sottolineare, inoltre, che per andare incontro ai cittadini, confidando nella loro buona fede, abbiamo dato la possibilità di presentare dichiarazioni tardive di pertinenza per sanare le annualità Ici non ancora accertate, a partire dall'anno d'imposta 2009, con il pagamento di una sanzione minima. In questo modo molti cittadini hanno sanato la propria situazione, ed è ancora possibile farlo".
Anche il Difensore Civico della Toscana ha preso atto di questa soluzione a favore dei contribuenti, nonché del fatto che occorre attendere la sentenza definitiva.
L'amministrazione comunale ha dato una risposta tempestiva alle istanze del Movimento 5 Stelle, fornendo quando possibile anche la documentazione, oltre ad aver fornito chiarimenti per le altre richieste attraverso l'ufficio Tributi che ha dimostarto ampia disponibilità e che è a disposizione dei cittadini per tutti i chiarimenti sugli obblighi tributari.
"Non è quindi corretto – conclude Pizza - indurre i contribuenti a credere che gli avvisi di accertamento non debbano essere pagati, così come non è corretto promuovere attività di disinformazione su argomenti così importanti utilizzando spazi del Comune. Invito tutti i cittadini che abbiano bisogno di informazioni e chiarimenti su questa materia a rivolgersi al nostro ufficio tributi ".

Leggi tutto...

Conferma dalla Cassazione: il convivente non deve restituire al termine della relazione le somme prestate al compagno

La Corte di Cassazione con la sentenza  1277 del 22 gennaio 2014 ha confermato l'orientamento giurisprudenziale che assimila le obbligazioni che nascono dalla convivenza di fatto alle obbligazioni naturali ed esclude che il/la convivente che abbia spontaneamente dato denaro al proprio compagno/a durante la convivenza more uxorio possa ottenerne la restituzione. La vicenda giudiziaria posta all'attenzione della Suprema Corte ha avuto inizio quando un uomo, terminata la relazione con la propria compagna, l'ha convenuta in giudizio chiedendo la restituzione di una ingente somma, che aveva depositato con più versamenti sul conto corrente della stessa per realizzarne, a suo dire, una gestione più redditizia.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter

skodametanosettembre720