Quantcast

Per Lucca: “Programma comune per ridare dignità alla città”

Amministrative 2017, Per Lucca e i suoi paesi predica l’unità e non “rivincite” del centrodestra. E per questo invita ad aprire tavoli per il programma al di là delle contrapposizioni destra/sinistra. “Il comune e i cittadini – dice la lista civica – stanno vivendo un tragico momento: taglio dei servizi, aumento delle tariffe, imposte con aliquote ai massimi storici, strade sfatte, decoro urbano allo sfacelo (sotto gli occhi di tutti). Se a questo aggiungiamo la dilapidazione del patrimonio comunale (vendita quote Valfreddana, Salt, Gesam eccetera) e l’ormai ridicolo ruolo di Lucca (erede di uno stato più che millenario) nella Provincia e nella Regione, si comprende la necessità di un cambio di rotta radicale”.

“Crediamo – è la proposta del gruppo – che le forze moderate e responsabili di tutte le parti dovrebbero unirsi al fine di ridare uno spazio e dignità alla nostra Lucca. Riteniamo che lo stesso Partito Democratico di Renzi non abbia interesse a supportare una nuova amministrazione Tambellini, che tanto gli è costata in immagine e voti. Invece che incontri per rivincite calcistiche è opportuno aprire tavoli per la formazione di un programma che dia efficienza all’amministrazione e un ruolo alla città; poi dovremo cercare la disponibilità di un candidato sindaco che con capacità amministrative e politiche voglia impegnarsi per far rinascere Lucca e ridarle dignità e il posto che le spetta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.