Altopascio, si insedia la D’Ambrosio. Marchetti non c’è foto

Stamani (21 giugno) insediamento ufficiale della neo prima cittadina di Altopascio Sara D’Ambrosio, alla presenza dei presidenti di seggio e di alcuni dipendenti comunali. La commissione ha siglato il risultato con la convalida degli eletti. Tantissima la gente accorsa per festeggiare il primo sindaco donna della cittadina del Tau, che dopo ventitre anni ha strappato il Comune al centrodestra affermandosi con un totale di 52,37 per cento dei consensi (3601) contro il 47,63 per cento (3275) del vicesindaco uscente Francesco Fagni.

“Sto provando una gioia immensa per quello che è successo – ha esordito così il neosindaco – Sento tutto il peso della responsabilità per affrontare le sfide che io e la mia squadra abbiamo davanti. La mia azione amministrativa sarà improntata all’insegna del cambiamento. Un cambiamento profondo e necessario. Serve un cambio di passo. Il primo punto sarà l’approvazione del bilancio di previsione 2016 e ci daremo tempo fino alla fine di luglio. Ad oggi possiamo spendere i soldi esclusivamente per il pagamento dei dipendenti comunali e dei mutui. Siamo “ingessati” e dobbiamo trovare subito il modo di uscire da questa situazione”. “Ai cittadini di Altopascio – ha concluso il sindaco – dico che metterò tutta me stessa per realizzare quanto ho avuto modo di dire durante la campagna elettorale”.
Assente per il passaggio di consegne l’ex sindaco Maurizio Marchetti. Per quanto riguarda gli assessori si dovrà tener conto per legge della parità di genere e saranno scelti tenendo presente alcuni criteri; tuttavia, ha garantito il neosindaco, sarà una squadra competente e all’altezza. L’ufficialità arriverà entro l’11 luglio. Infatti, entro dieci giorni ci sarà la convocazione del consiglio comunale da svolgersi, poi, entro ulteriori dieci giorni. Allora sarà resa nota la squadra che governerà la città per i prossimi cinque anni.

Mirco Baldacci

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.