Assi viari, Menesini: “Per cantieri serve tempo”

Assi viari, questione di punti di vista. Il presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, è stato uno dei pochi a non “esultare” dopo l’annuncio della delibera del Cipe con cui è stato approvato il finanziamento del primo stralcio di progetto preliminare dell’Anas. Lo fa ribadendo saldamente la sua posizione di partenza: “Le modifiche al sistema tangenziale – afferma – hanno un senso se viene finanziata l’opera nel suo complesso, dal collegamento del Brennero al Frizzone, ma anche l’asse est-ovest, altrimenti parliamo di una semplice delocalizzazione del traffico e non della soluzione del problema. Il senatore Marcucci dice che è già stato previsto un fondo per il secondo lotto? Se è così non possiamo che esserne felici, ma aspettiamo di vedere gli atti”. 

Menesini analizza poi nel dettaglio il tema delle modifiche al progetto, quelle a cui oggi (11 agosto) lo stesso Andrea Marcucci ha aperto, a condizione che non vadano ad intaccare la filosofia originaria dell’opera. “Le modifiche sono già state dibattute – prosegue – e sappiamo che servono al perfetto funzionamento del progetto. Il primo obiettivo è un collegamento con la viabilità esistente che riesca a captare il traffico pesante, scaricando così i centri urbani. Poi c’è la questione idrogeologica: serve un’opera che venga costruita al piano di campagna, per scongiurare rischi inutili. Oltre a questo è necessario il rispetto del verde: non vogliamo una grande strada alberata, ma un parco attraversato da una strada. Infine, l’accesso alla rotatoria di Antraccoli deve essere il più diretto possibile”.
Nella giornata di ieri il Cipe ha dato il definitivo via libera al finanziamento di 67 milioni per il primo stralcio (l’asse nord-sud) del progetto per la nuova tangenziale lucchese. Un documento che, adesso, ritornerà all’Anas per la progettazione definitiva e la cantierizzazione dei lavori. E anche in ordine al fattore tempo il presidente osserva come i vari step procedurali richiedano un periodo abbastanza consistente: “Cantieri entro un anno? La legge obiettivo prevede che il Cipe approvi il progetto preliminare – commenta – che è quello che è accaduto ieri. Poi bisogna giungere al progetto definitivo con un finanziamento della Regione Toscana pari a 2 milioni di euro, in un percorso che prevede il coinvolgimento degli enti locali: servirà tempo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.