LiberaLucca, convegni per il programma. Poi candidato

LiberaLucca, l’appello cade (per ora) nel nuovo. L’associazione politica culturale fondata da Marcello Pera, dopo la presentazione ufficiale del candidato Remo Santini, prosegue nel suo percorso autonomo e decide di non aderire all’appello all’unità arrivato dal rappresentante civico del centrodestra.
LiberaLucca, dunque, che per conta anche dell’appoggio di Agenda 2.0 di Moutier, Agnitti e Dianda, Cittadini Oggi di Moreno Bruni e Cittadini per Lucca di Luca Nannipieri, rimane fedele alla linea dettata qualche settimana fa. Ovvero quella di andare avanti con la realizzazione di un programma ambizioso per il “risorgimento” della città e solo dopo scegliere un candidato. E i nomi non sarebbero pochi, alcuni anche di chiaro prestigio in città, giurano dagli ambienti vicini al presidente emerito del Senato.

Nell’arco del mese di febbraio, peraltro, LiberaLucca organizzerà tre convegni di rilievo nazionale, con ospiti prestigiosi, su temi cari quali, fra gli altri, il rilancio turistico, che serviranno a compilare il programma elettorale la cui attuazione sarà affidata al candidato sindaco da scegliere nell’arco delle prossime settimane. Presenti, garantiscono da LiberaLucca, personalità nazionali della cultura, dell’istruzione, del turismo, del lavoro, per ridare fiato e smalto a Lucca, città del mondo, da rilanciare in campo nazionale e internazionale per accrescere lavoro e ricchezza.
Non è servito, dunque, l’incontro fra Remo Santini e il presidente Pera, che ha chiesto di procrastinare di qualche giorno l’annuncio ufficiale della candidature per permettere di concludere il percorso annunciato da LiberaLucca. Al diniego, dunque, si sarebbe interrotta la possibilità di andare insieme al primo turno alle prossime amministrative.
Fra i sostenitori di questo percorso, peraltro, ci sarebbe un po’ di scetticismo non solo sul nome di Remo Santini, sia per l’asserita eccessiva vicinanza alla famiglia Marcucci, in particolare all’imprenditrice Marialina, sia perché sostenuto dal “listone civico” ricco di esponenti che vengono ritenuti della vecchia politica (Chiari, l’ex consigliere regionale Giuseppe Del Carlo che sarebbe dietro la sigla Centristi per Lucca, l’ex assessore e vicesindaco Giovanni Pierami e l’ex consigliera comunale e regionale Giuliana Baudone, tra gli altri), ma anche in generale sul panorama politico locale destinato a cambiare a causa delle scelte a livello nazionale.
Fra i simpatizzanti di LiberaLucca, infatti, circola l’idea che la Lega si possa sfilare dal “patto” con Forza Italia e Fratelli d’Italia a livello regionale e con il Carroccio di sfilerebbe anche il partito di Giorgia Meloni. Così come sarebbe destinato a sfaldarsi il fronte unitario del centrosinistra con la sinistra del partito verso la scissione.
Insomma, un quadro complesso per cui, secondo i seguaci di Pera, attendere qualche giorno in più sarebbe stato importante e forse decisivo per ricompattare un’idea diversa di centrodestra.
Domani (1 febbraio), intanto, si riuniranno i responsabili dei 16 gruppi sul territorio di LiberaLucca e i movimenti civici, Cittadini Oggi e Agenda 2.0, “nonché – si legge in un comunicato – esponenti di Alternativa Civica Lucca che non hanno aderito al listone”.
Sarà il lancio del progetto Costruiamo insieme un programma per rispondere in concreto all’appello del Presidente Pera e che vedrà, in febbraio, tre grandi eventi, in cui discutere insieme i principali temi che LiberaLucca porrà al centro del suo Progetto. Nella riunione si inizierà anche a definire i responsabili del territorio “persone delle frazioni e dei paesi – spiega LiberaLucca – che siano l’occhio e l’orecchio di LiberaLucca nella segnalazioni dei maggiori problemi, con proposte concrete per affrontare il degrado e l’abbandono in cui sono state ridotte da Tambellini. Nella riunione sarà definita anche la data di inaugurazione della nuova sede e il lancio del nuovo sito”.
Chi vorrà aderire all’appello per Lucca di Pera o aderire a LiberaLucca, o partecipare alla riunioni può telefonare al 348.0533233. Per gli amanti di Facebook è già operativo il gruppo Amici di LiberaLucca-Lista Civica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.