Stones a Lucca, Bindocci (M5S) rilancia: “Chiarezza sulle autorizzazioni”

Massimiliano Bindocci, rappresentante del M5S in Consiglio comunale, torna alla carica sul concerto dei Rolling Stones sugli spalti dell’ex Balilla il prossimo 23 settembre. E ora annuncia che sull’intera pratica farà un accesso agli atti, sia in Comune che in Prefettura per analizzare le autorizzazioni per l’allestimento del maxi palco. “Ho visto che dopo una settimana dalla mia richiesta di chiarimenti in merito alla organizzazione – spiega – oltre a delle becere polemiche fatte, o fatte fare, da figure note e meno note, non c’è stata da parte del Comune alcuna risposta. Ripeto, non c’entra niente il lavoro di D’Alessandro e nemmeno il terrorismo, né mi sognerei di mettere in dubbio l’importanza per Lucca del Summer Festival, né tantomeno quanto sia eccezionale l’evento. Vorrei solo che essendo chiara – a chi la vuol vedere – la differenza tra il campo Balilla e CampoVolo, e vedendo quelle mura alberate, si possa organizzare adeguatamente un concerto che vorrebbe ospitare 55mila persone in spazi che comprensivi di strutture sono abbastanza contenuti. E vorrei che si rispettassero le regole”.

Bindocci poi entra più nello specifico, soffermandosi sul taglio delle alberatire: “Leggevo proprio oggi che degli alberi vengono abbattuti (solo una parte vicino al Balilla), ma la celerità procedurale  – osserva – ed il riserbo non può non lasciar pensare che alcuni tagli possano servire per fare le uscite di sicurezza (la cui dimensione è fondamentale per certe capienze). Vorrei poi vedere la deroga sull’acustica rilasciata dal sindaco e sapere se supera anche le indicazioni della Asl. Noto poi che Crea avrebbe commissionato i lavori del concerto, ma perché? Ed i costi? Non trovo poi la cartellonistica per questi lavori al Campo Balilla. Insomma ci sono un sacco di cose che andrebbero chiarite. Oggi ho chiesto formalmente al Comune l’accesso a tutti gli atti relativi ed alla Prefettura un incontro per avere le informazioni pertinenti. Non voglio rovinare la festa, ma voglio essere sicuro che sia una festa. Credo che sia interesse di tutta Lucca essere serena nell’ospitare un evento così importante, sapere che la struttura è adeguata e che tutto è stato fatto a norma. Lascio ai politici ed a quelli che hanno evidentemente altri interessi stravolgere quel che dico per strumentali attacchi. Viste anche le molte altre cose emerse in queste settimane credo anche che un Consiglio Comunale per dare le risposte sarebbe opportuno che si tenesse e velocemente, ed in tale senso ho fatto specifica richiesta ala presidenza. Vediamo se il muro di gomma continuerà, ma cosa perchè il Comune che non risponde, così facendo si rende responsabile di queste polemiche su un evento così importante”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.