Quantcast

‘Rosatellum’, anche M5S Lucca in corteo a Roma

Anche il M5S di Lucca a Roma, per manifestare contro l’approvazione della nuova legge elettorale, il prossimo 24 ottobre. Lo comunica il capogruppo in consiglio comunale dei pentastellati, Massimiliano Bindocci, che commenta così: “Il 24 ottobre approderà al senato la nuova legge elettorale licenziata alla Camera la settimana scorsa a sonori colpi di fiducia; il così detto rosatellum bis che si palesa come l’ennesimo inciucio tra il partito democratico e Forza Italia.
Per l’ennesima volta, infatti, la dirigenza Pd ha deciso di procedere forzando la mano e approvare con renzianissima velocità, di fatto blindando con il voto di fiducia gli articoli principali, il testo base della legge proposta da Rosato”. Una forzatura, per i grillini, che non può essere accettata senza proteste: “La legge elettorale – prosegue Bindocci – ha una fondamentale importanza, al pari delle leggi costituzionali, essendo infatti responsabile del valore di rappresentatività del Parlamento e della qualità delle leggi che si approveranno nella prossima legislatura. E’ stata inoltre descritta come immorale e criminale da osservatori tutt’altro che simpatizzanti del moVimento 5 stelle, come Paolo Mieli e Alfiero Grandi . Quella che si potrebbe definire come una ‘schiforma elettorale’ presenta le medesime criticità del Porcellum, dichiarato incostituzionale dalla Consulta, consentendo la nomina di fatto dei due terzi del futuro parlamento dalle segreterie di partito”.

Per Bindocci, inoltre, “Dopo che si è votato per due elezioni legislative con una legge incostituzionale che non permetteva l’elezione di alcun deputato o senatore, la cittadinanza ha il sacrosanto diritto di scegliere da chi vuole essere rappresentata e quindi di esprimere direttamente la preferenza per questo o quel candidato. La legge Rosato incoraggia le coalizioni tra partiti, tra l’altro variabili da collegio a collegio, e inserite palesemente per sfavorire il Movimento 5 stelle che come ha sempre dichiarato non farà alleanze, è un chiaro esempio di legge “ad personam” fatta non per l’interesse generale ma per privilegiare certe forze politiche”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.