Siringhe nel giardino della scuola, insorge Forza Italia Giovani

Siringhe trovate all’interno del giardino della scuola di S. Alessio, insorge Forza Italia Giovani che racconta che altre ne sono state trovate nelle vicinanze nei giorni successivi. “La scorsa mattina – si legge in una nota – c’è stato segnalato da alcuni genitori che lunedì una bambina appartenente alla classe quarta della scuola elementare di Sant’Alessio ha trovato delle siringhe all’interno del giardino in cui i bambini passano solitamente la loro ricreazione giocando tutti insieme. La bambina, ignara del rischio a cui stava andando incontro, ne ha afferrata una, pensanso fosse una ‘spada’, e l’ha portata alla maestra che, alla vista della bimba con una siringa in mano, si è subito allarmata e prontamente mobilitata ad esaminare la questione rimandando tutti i bambini all’intendo della struttura”.

“I genitori sono doppiamente indignati – proseguono i giovani di FI – anche per il fatto che pure il giorno successivo sono state trovate, fortunatamente non dai bambini, altre siringhe nelle vicinanze della ringhiera e quindi dopo tutto questo hanno deciso di non rimanere con le mani in mano. Questi ultimi hanno sia contattato i carabinieri di Borgo Giannotti, che si sono resi disponibili ad intensificare i controlli in quella zona, sia chiesto al comune l’istallazione di un impianto di videosorveglianza per la messa in sicurezza dei loro piccoli (e non solo) in quanto, ci segnalano anche, che non è la prima volta che quella zona ha riscontrato problemi di sicurezza visto che già altre volte le macchine parcheggiate davanti alla scuola hanno subito sia furti che lesioni varie alle ruote e alle carrozzerie”.
“Noi ragazzi di Forza Italia Giovani – concludono – siamo pienamente daccordo e supportiamo a pieno la richiesta fatta dai genitori al comune in quanto la vita dei loro bambini non può essere messa al rischio in questo modo e desideriamo soprattutto vederli nuovamente divertirsi spensierati e sicuri nel loro giardino al più presto visto che adesso per questa bruttissima situazione non possono più farlo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.