Quantcast

Occupazione ex Casina Rossa, gli antagonisti: “Nessuno pensi di averci fermato”

Occupazione ex Casina Rossa, gli antagonisti spiegano i motivi del gesto. Si firmano ‘I ragazzi del palazzo’ e annunciano nuovi manifestazioni eclatanti.

“Il 9 dicembre – si legge nella nota – si è concluso un percorso, mentre un altro stava per avviarsi, che ha avuto inizio con delle Taz, intese per noi come esperienze dirette di occupazione, anche se solo per una notte, anche se per una festa. Si tratta pur sempre di aver liberato uno spazio reso vivo da chi quel giorno l’ha vissuto, in una città morta come Lucca. Noi vogliamo vivere diversamente, lo abbiamo espresso più volte. Qualcuno forse non l’ha capito, non ci ha sentito o ha fatto finta di non sentirci. Per noi l’azione politica non è un passatempo né tantomeno volontariato o questione di consenso, ma l’impegno diretto di un gruppo di persone per costruire un’alternativa, una forma altra di vivere, in cui non vigano leggi di proprietà e mercato”.
“Questa è la volontà – spiegano ancora gli antagonisti – sostenuta a gran voce da più di trecento persone, che sabato scorso hanno restituito vita e bellezza a uno dei tanti ruderi lucchesi, mentre l’unica risposta è stata di repressione per lo sgombero, se così si può definire visto che la decisione finale di scendere dal tetto è stata esclusivamente nostra e non della Digos”.
“La giornata si è conclusa – si conclude la nota – con un presidio all’interno dello stabile, fino a che i compagni hanno deciso di uscire e scendere dal tetto. Il furgone è ancora sotto sequestro, così come l’impianto musicale, e già si parla di denunce e fogli di via, per aver creato qualcosa di diverso, e di scomodo, a Lucca. Per quanto riguarda il nostro futuro ci troveranno più incazzati e determinati di prima. Nessuno pensi di averci fermato: questo è solo l’inizio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.