Martedì l’insediamento del nuovo consiglio provinciale

Si terrà martedì prossimo (9 gennaio) il primo consiglio provinciale di Lucca dopo le elezioni del 17 dicembre scorso che hanno rinnovato le cariche dei 12 consiglieri che fanno parte dell’assemblea consiliare di Palazzo Ducale. La seduta di insediamento del nuovo consiglio è convocata alle 17 e prevede, all’ordine del giorno, l’esame della condizione degli eletti e la successiva convalida, le comunicazioni del presidente Menesini relative alla nomina del vicepresidente della Provincia di Lucca. Durante la stessa seduta i gruppi politici consiliari indicheranno i nomi dei propri capogruppo.

Ricordiamo che le elezioni del 17 dicembre scorso erano consultazioni di secondo livello: erano chiamati ad esprimere il proprio voto 460 amministratori del territorio provinciale tra sindaci e consiglieri comunali. Il responso delle urne è stato di 108 voti per la lista numero 1 Alternativa civica centrodestra (30 per cento); di 207 voti per la lista numero 2 Partito Democratico (58,1 per cento); e di 36 voti per la lista numero 3 Provincia civica e progressista, pari all’11,9 per cento.
I 12 consiglieri del nuovo consiglio provinciale sono: Riccardo Giannoni, Maurizio Marchetti, Pietro Frati e Simone Simonini per la lista Alternativa civica centrodestra; Luca Poletti, Maurizio Verona, Lucio Pagliaro, Sara D’Ambrosio, Nicola Boggi, Alessandro Profetti e Andrea Carrari per il Partito Democratico; Luigi Troiso della lista Provincia civica e progressista.
Nelle prossime settimane il presidente della Provincia Luca Menesini (che con le nuove amministrazioni provinciali post riforma Delrio ricopre anche la carica di presidente del Consiglio provinciale), saranno ufficializzate le deleghe che saranno assegnate ad alcuni consiglieri di maggioranza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.