Quantcast

Barsanti su molestie in città: “Se istituzioni inerti interverrà CasaPound”

“Due aggressioni a sfondo sessuale in un solo pomeriggio in pieno centro storico: a Lucca livelli di pericolosità mai visti prima e le istituzioni tacciono perché sono coinvolti immigrati”. Commenta così il consigliere comunale Fabio Barsanti (CasaPo und) gli episodi di venerdì in pieno centro, dove una minorenne e una commessa sarebbero state molestate da due immigrati, di cui uno richiedente asilo. “Dov’è il sindaco? Dove sono le femministe? Dove sono le “assessore” che condannano qualunque stupidaggine? Dov’è il Partito Democratico che ci aveva assicurato che non c’era correlazione fra richiedenti asilo e criminalità? Probabilmente furto, spaccio, degrado e ora molestie sessuali per il Pd non sono reati, ma opere di bene.”

“Il richiedente asilo che ha molestato la commessa in Fillungo è già a piede libero – continua Barsanti – e probabilmente il suo status di ‘richiedente asilo’ – questa truffa ai danni dello Stato italiano – non verrà scalfito. Alle istituzioni chiediamo di dichiarare dove siano alloggiati i richiedenti asilo autori dei reati compiuti nelle ultime settimane. Questo è necessario per analizzare il problema, prevenire ulteriori reati e capire eventuali coperture ricevute da questi soggetti. Nel dare la mia piena solidarietà alle donne molestate, chiedo con forza un’azione congiunta di Prefettura e istituzioni locali per garantire a chi lavora in centro storico un maggiore controllo da parte di forze dell’ordine e polizia municipale, utilizzando quest’ultima per pattugliare a piedi le vie del centro e i collegamenti con i parcheggi fuori dalle mura nella fascia oraria di chiusura dei negozi. Se non prenderanno seri provvedimenti le istituzioni, CasaPound farà tutto quanto nelle proprie possibilità per tutelare donne e ragazze che lavorano in città, anche vigilando fisicamente con i propri militanti le zone più pericolose.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.