Dal ricordo di Matteoli alle sfide in Toscana: Forza Italia scalda i motori foto

Mallegni-Mugnai-Carrara danno lo sprint alla campagna di Forza Italia. In 250 alla Fattoria il Poggio, a Montecarlo, hanno partecipato ierì (8 febbraio) alla cena di sostegno in vista delle elezioni del 4 marzo dove Massimo Mallegni, tre volte sindaco di Pietrasanta, corre per il Senato (nel collegio uninominale Toscana 5 che comprende Lucca e Massa Carrara e capolista nel listino proporzionale Toscana 1 che comprende Lucca, Massa Carrara, Pistoia, Prato e Firenze), Stefano Mugnai per la camera dei deputati (Collegio 3 e Collegio 4) e Maurizio Carrara per l’uninominale della camera dei deputati (collegio Pistoia 6 e Collegio 1 che comprende Massa Carrara, Lucca, Prato e Pistoia). L’evento è stato organizzato dai giovani di Forza Italia coordinati da Matteo Scannerini e dal coordinatore provinciale Maurizio Marchetti e si è aperto con il ricordo di Altero Matteoli: nessun minuto di silenzio, solo un grande applauso.

“Votando Forza Italia – ha spiegato Mallegni – sceglie di votare per i propri interessi che sono meno tasse, più sicurezza ed occupazione, meno stato, meno burocrazia, città con più decoro e stop all’immigrazione: “Forza Italia è l’unico movimento, in Toscana, che si è profondamente rinnovato: il 99% dei candidati, sia al Senato che alla Camera, non lo è mai stato. I nostri candidati sono espressione del territorio e non sono stati paracadutati da un’altra provincia o regione per ottenere un seggio. Noi siamo tutti i santi giorni in mezzo alla gente. Ora serve impegno e responsabilità da parte di tutti perché il vento soffia a nostro favore”. Ed ancora: “Chi stasera è qui deve avere la certezza di tornare a casa in completa sicurezza. In questi anni l’abbiamo minata aprendo all’immigrazione fuori controllo, disinvestendo in sicurezza, depenalizzando i reati come il furto in appartamento. Noi siamo per la legittima difesa e per la tutela della proprietà privata”. Ha rinnovato la sfida al centrosinistra in lucchesia ed in Toscana il coordinatore regionale, Stefano Mugnai: “Se vinciamo le politiche – ha spiegato – avremo un effetto trascinamento per le città che a giugno andranno al voto come Siena, Pisa e Massa dove ce la giocheremo. Ed anche la Regione Toscana diventerà contendibile. Fino a qualche anno fa questo era uno scenario impensabile. Per anni – ha ricordato – abbiamo giocato per contenere la sconfitta. Oggi giochiamo per vincere. Nessun partito o movimento ha messo in campo la qualità, la competenza e l’esperienza che hanno i nostri candidati. Siamo ad un metro dalla storia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.