Quantcast

Minacce sui muri contro l’assessore regionale Remaschi

Scritte minacciose contro l’assessore regionale Marco Remaschi sono apparse lungo la strada tra Pontedera e Cascina. Un raid che ha subito suscitato la condanna della politica e la solidarietà da parte dei consiglieri regionali del Pd, Antonio Mazzeo, Alessandra Nardini e Andrea Pieroni. 

“Noi – scrivono – siamo sempre disponibili al confronto con tutti, ma non accettiamo e non accetteremo mai la violenza sotto alcuna forma. Per questo esprimiamo ferma condanna per le parole rivolte all’assessore Remaschi. Ci troviamo sempre più spesso, purtroppo, a commentare gesti vili che non appartengono ad una civile dialettica: non è diffondendo parole di odio che si manifesta la contrarietà ad un’idea o una pratica, ma sempre con rispetto e senso civico. All’assessore va la nostra solidarietà”.
“Condanniamo fermamente il gesto incivile e vile rivolto a Remaschi – scrive la federazione provinciale del Pd di Lucca -. Un modo di confrontarsi sui problemi che non appartiene alla dialettica politica ma è frutto di un clima di odio e cattiveria che non possiamo sottovalutare. Esprimiamo nel contempo la nostra vicinanza a Marco, politico e uomo delle istituzioni che non si è mai sottratto al dialogo e al confronto con tutti”.
Piena solidarietà anche dal sindaco di Altopascio, Sara D’Ambrosio: “Un gesto inqualificabile – dice il primo cittadino – che ci indigna e ci dispiace, perché ancora una volta, e sono sempre più numerosi gli episodi di questo tipo, si preferisce utilizzare la strada dello scontro frontale, della rabbia, dell’odio e dell’aggressività a quella dell’ascolto, del dialogo e del confronto acceso e rispettoso. Non è certo con la violenza, verbale o fisica che si sostengono le proprie idee, i propri dubbi e le proprie posizioni. Rinnovo l’invito di sempre: proviamo a unire, invece che dividere, proviamo a parlare, invece che urlarci in faccia o insultarci sui social o sui muri, proviamo a partecipare, invece che trasformare bufale in verità e distruggere tutto quello che non si condivide”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.