Toccafondi: “Lavori socialmente utili per i bulli del Carrara”

Per i ragazzi protagonisti degliatti di bullismo e offese adun professore, filmati e messi in rete, all’istituto superiore di Lucca “la punizione dovrà essere esemplare ma educativa: sottolineo in particolare la possibilità di far svolgere attività sociali per la comunità, all’interno della scuola o in favore di persone con disagio, bambini, disabili. Questa può essere una punizione educativa”. Lo ha detto oggi il sottosegretario all’istruzione Gabriele Toccafondi, parlando con i cronisti a margine di una iniziativa.

“Chiaramente ci sarà grande rispetto per tutto ciò che deciderà al riguardo la scuola e il consiglio di istituto”, ha aggiunto Toccafondi. Il sottosegretario ha poi denunciato come “il bullismo sia un problema purtroppo ben più ampio del singolo caso di Lucca: è ormai una vera e propria emergenza educativa. E fatti di violenza fisica e verbale contro docenti non sono ammissibili. E’ fondamentale – ha concluso – ricostruire patto educativo tra scuola e famiglia che sta sempre più scemando”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.