Zucconi (Fdi): “Assi viari sono necessari”

“L’approccio al problema del presidente del gruppo regionale M5S Giacomo Giannarelli è completamente sbagliato e non tiene in considerazione lo stato dei fatti, per questo non possiamo condividere la sua posizione di tornare indietro sugli assi viari”. Lo dichiara il deputato di Fratelli d’Italia Riccardo Zucconi. “Bloccare le infrastrutture strategiche a priori come fa il Movimento 5 stelle significa non conoscere i territori e loro esigenze e al contempo penalizzare economicamente la zona – prosegue l’onorevole – Nel caso degli ‘assi viari’ si parla di progetti già deliberati con importanti finanziamenti già parzialmente stanziati; il no a prescindere farebbe tornare indietro la questione di anni e allontanare la risoluzione di problemi, mentre invece di dovrebbe lavorare per completare gli stanziamenti e andare alla progettazione definitiva certo tenendo in conto tutti gli aspetti ambientali e d’impatto sul territorio”.

“I problemi provengono infatti da una viabilità che danneggia le imprese e i cittadini e la loro salute per non parlare del fatto che Lucca con le sue mura cinquecentesche va tutelata dai possibili danni derivanti dal traffico di mezzi pesanti e dall’inquinamento – chiude Zucconi – Non si può pensare di puntare tutto sul ferro e sui mezzi pubblici dal giorno alla notte e in modo generico dimenticandosi del traffico che la assedia. Progetti come quello degli assi viari a Lucca sono prioritari per il territorio, non realizzarli significherebbe causare un danno difficilmente sanabile. La soluzione quindi è altra ed è, come ho potuto verificare con il recente incontro a Roma col dottor Liani, direttore generale di Anas (che mi ha trasmesso la massima disponibilità), verificare progetti, percorsi e soluzioni, seguirne il percorso e approfondire le questioni in ogni aspetto. Le esigenze dei Comuni interessati dagli assi saranno certamente ascoltate così come vanno coinvolte sia le associazioni di cittadini che quelle imprenditoriali: l’importanza dell’opera non può prescindere dal coinvolgimento degli abitanti dei comuni interessati e delle aziende che vi operano. In questa ottica ho avuto in merito uno scambio di vedute con il presidente e sindaco Menesini ed è in agenda l’incontro col sindaco Tambellini nella reciproca ottica di collaborare perché questa importante opera venga finalmente realizzata. Bloccare tutto è la peggior scelta possibile, significa mettere la testa sotto la sabbia, lasciare in essere una situazione sbagliata magari strumentalizzando alcune legittime perplessità dei cittadini nel guardare alle prossime elezioni a Capannori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.